Morti bianche, l’allarme dell’Inail: In aumento a Roma e nel Lazio

Le denunce d'infortunio nel Lazio con esito mortale sono state 36 da gennaio a giugno 2017 e 40 nello stesso periodo del 2018. A Roma sono state 23 nel 2017 e 32 nel 2018.

Le denunce di infortunio sul lavoro con esito mortale presentate all’Istituto nei primi sei mesi di quest’anno sono state 469, quattro in meno rispetto alle 473 dell’analogo periodo del 2017 (-0,8%)”. Lo comunica l’Inail in una nota.

In controtendenza rispetto ai dati nazionali il Lazio e soprattutto Roma.

Nel Lazio, secondo gli Open Data Inail pubblicati on line, aumentano gli incidenti mortali sul lavoro. Le denunce d’infortunio con esito mortale sono state 36 da gennaio a giugno 2017 e 40 nello stesso periodo del 2018. A Roma sono state 23 nel 2017 e 32 nel 2018. Latina è scesa da 5 nel 2017 a 2 quest’anno. Calo anche a Frosinone dove risultano 4 lo scorso anno e 1 nel 2018. Quattro sono state le denunce con esito mortale a Viterbo tra gennaio e giugno sia nel 2017 che quest’anno. Nessuna a Rieti nel 2017, una nel 2018. Gli incidenti mortali sul lavoro riguardano sopratutto uomini (34 nel 2018 e 32 tra gennaio e giugno 2017) italiani (35 nel 2018 e 30 nel 2017).

I dati dell’Inail analizzano inoltre le denunce di malattie professionali che nel Lazio sono state 2.173 tra gennaio e giugno del 2018 e 2.087 nello stesso periodo 2017. Nel dettaglio a Roma sono state 913 nel 2018 e 864 tra gennaio e giugno 2017, a Latina 407 nel 2018 e 348 l’anno scorso, 390 a Frosinone nel 2018 e 308 nel 2017, a Rieti 263 nel 2018 contro le 300 denunce del 2017. A Viterbo 200 quest’anno e 267 nel 2017.

 

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna