Municipio V/Sociale: Caliste-De Cinti, in 6 mesi raggiunti importanti obiettivi  

Dalla consulta per disabili, alla sede per le vittime di violenza, al più facile accesso ai servizi sanitari, alla pronta accoglienza, al centro per anziani

I servizi sociali nelle linee programmatiche di mandato rivestono un ruolo chiave e preponderante, non possiamo non tenere conto del notevole aumento di persone in stato di necessità dovuto alla recente pandemia. Molte famiglie hanno perso la casa, il lavoro, la salute. Il nostro Municipio vuole dare e sta dando risposte a chi ha necessità, stiamo investendo risorse e programmando interventi. Aiutare chi ha bisogno è una nostra priorità. Lo dichiarano in una nota congiunta, Mauro Caliste presidente del Municipio Roma V e Antonino De Cinti, assessore alle Politiche Sociali del Municipio

Caliste e De Cinti sottolineano i tanti i traguardi raggiunti sulle tematiche sociali, e tanti ancora ne vogliamo raggiungere.  “E per questo – affermano – i i cittadini ci vedranno impegnati e in prima fila’”.

A 6 mesi dall’insediamento la nota del Municipio V riporta i seguenti importanti obiettivi raggiunti sulle tematiche sociali:

1) La Giunta ha emanato una direttiva affinché si proceda all’istituzione di una Consulta municipale per i disabili ove le linee guida siano ispirate a quelle della omologa Consulta capitolina, gli uffici municipali stanno predisponendo gli atti necessari.

2) Abbiamo individuato nel mostro territorio, l’immobile sottratto alla mafia, da destinare a Casa rifugio per vittime di violenza, siamo in attesa dei necessari interventi di adeguamento e delle certificazioni.

3) Ha preso il via il progetto del PUA Integrato (Punto Unico di Accesso Integrato Sociosanitario) cioè una modalità organizzativa che mira a fornire risposte integrate, complete ed appropriate ai bisogni dei cittadini, presente  in Viale Palmiro Togliatti 983 e presso la Casa della Salute in Via Forteguerri 4.  All’interno dei Pua sono stati avviati anche i servizi CGS, Comunicazione Globale per Sordi, ossia un sistema video-interpretariato con interpreti LIS professionisti, ed  è stato avviato il progetto ” Prima il lavoro” che mira attraverso la presenza di mediatori e consulenti, a migliorare l’efficacia dei processi di inclusione socio-economica, dei migranti e non.

4) Abbiamo abbattuto, in soli 6 mesi e utilizzando tutte le risorse economiche a disposizione,  del 30% le liste di attese del servizio SAISH (Servizio per l’autonomia e l’integrazione della persona disabile); del 20% le liste di attesa del servizio SAISA (Assistenza domiciliare anziani soli); del 50%  e miriamo al 100% ad ottobre delle liste del servizio SISMIF (Servizio per il Sostegno dei Minori in Famiglia); del 100% le liste di attesa del servizio “Dopo di noi” (percorso di “emancipazione” dalla famiglia d’origine per le persone con disabilità.

5) Abbiamo aperto il centro di Pronta Accoglienza Temporanea che intitoleremo a  “Padre Claudio Santoro” che può garantire assistenza a chi vive per strada o si trova ad affrontare una situazione di emergenza abitativa, abbiamo pubblicato la manifestazione di interesse che prorogherà il servizio per tutto l’anno e nel frattempo il servizio è attivo fino al 30 giugno.

6) Stiamo trasferendo il Polo per la Famiglia al secondo piano dello stabile di proprietà municipale di via dell’Acqua Bullicante, questo avrà una doppia efficacia, in primo luogo consentirà agli utenti del servizio di stare nello stesso stabile ove sono gli assistenti sociali e in secondo luoghi il Municipio risparmiando sull’affitto dei locali potrà reinvestire sul servizio sociale.

7) Per quanto riguarda l’emergenza Ucraina, abbiamo aperto ludoteche e centri di aggregazione giovanile mirati all’integrazione delle famiglie ucraine.

8) Abbiamo dato avvio alle pratiche per l’attivazione di un servizio trasporto dei disabili ed anziani del nostro Municipio.

9) È stata aperta una ludoteca nei locali siti in via Fontechiari, da tempo abbandonati, che offrono nuovamente un servizio alla comunità del quadrante.

10) Abbiamo attivato il servizio Home Care Premium (assistenza alle persone disabili e non autosufficienti) in collaborazione con Asilo Savoia.

11) È stata istituita la Rete Antiviolenza a sostegno delle donne vittime di violenza ed è stato sottoscritto il protocollo d’intesa con gli enti e le associazioni del territorio.

12) Abbiamo riattivato il percorso di accreditamento per i servizi alla persona, che andrebbe fatto ogni due anni, ma nel nostro Municipio era fermo da 5 anni, le Commissioni sono già al lavoro per selezionare i progetti.

13) Stiamo individuando una nuova sede per il centro sociale anziani Aurelio Marcolini di Villa De Sanctis, nel frattempo sono state indette le elezioni e votati gli organi costitutivi.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna