Municipio VI: continua piano decentramento, consegnate 61 aree verdi

Oggi è stato formalizzato il passaggio delle competenze per parchi, giardini, aiuole di piazze, strade e parcheggi

Prosegue a Roma l’attuazione del piano di decentramento amministrativo per la gestione delle aree verdi sotto i 20.000 mq, come prevede la deliberazione di giunta capitolina. Oggi è stato formalizzato il passaggio delle competenze al Municipio VI di 61 aree, tra parchi, giardini, aiuole di piazze, strade e parcheggi.

Alla firma dell’atto erano presenti gli assessori capitolini all’agricoltura, ambiente e ciclo dei rifiuti, Sabrina Alfonsi, al decentramento, partecipazione e servizi al territorio per la città dei 15 minuti, Andrea Catarci, al patrimonio e politiche abitative, Tobia Zevi, e del presidente del Municipio VI Nicola Franco. Per citare alcune delle aree verdi assegnate più significative per estensione si segnalano quella compresa tra via dei Gabbiani e via Aspertini, il Parco di via Calimera, l’area compresa tra via della Tenuta di Torrenova e via di Tor Vergata e il Parco Collina della Pace in Via Capaci.

“Dopo gli atti già formalizzati con i Municipi III, II e XI, oggi consegniamo al VI 61 aree verdi per un’estensione complessiva di circa 362 mila metri quadri, accompagnate da una dotazione finanziaria annua di circa 600mila euro con l’obiettivo di ottimizzare la cura e la manutenzione di prossimità del verde e delle aree ludiche ai territori – dichiara l’assessora Alfonsi -. Stiamo mettendo in campo una vera politica di decentramento di poteri e risorse, uno strumento fondamentale per aumentare l’efficienza della cura del verde cittadino, consentendo così al Dipartimento Ambiente una più ampia capacità di programmazione e di intervento sui grandi parchi urbani, le ville storiche, le aree verdi, i giardini di grande estensione e l’immenso patrimonio delle alberature della città”.

“Va avanti speditamente il piano di decentramento amministrativo con il quale l’amministrazione, a partire dalla delibera di Giunta dello scorso dicembre, ha inteso dare impulso alla gestione di prossimità delle aree verdi – spiega l’assessore Catarci -. Tra giugno e luglio, insieme agli assessori Alfonsi e Zevi, abbiamo formalizzato il passaggio di competenze sulla manutenzione ordinaria e straordinaria delle aree verdi inferiori ai 20mila mq ai Municipi III, II, XI e oggi anche al VI, prevedendo una contestuale redistribuzione di risorse tecniche e finanziarie. L’assegnazione delle aree riguarderà via via tutti i Municipi con l’obiettivo di dare ulteriore impulso al decentramento infracomunale e di rendere i nostri 15 enti di prossimità sempre di più attori centrali del governo della città”, conclude Catarci.

“Il patrimonio di Roma Capitale è tornato a disposizione delle cittadine e dei cittadini – aggiunge l’assessore Zevi -. Abbiamo agito diverse volte in questo senso, e oggi con il presidente del VI Municipio, Nicola Franco, continuiamo in questa direzione consegnando circa 61 aree verdi, circa 362 mila mq, e circa 600 mila euro di dotazione finanziaria. Il Sindaco Gualtieri e i romani che ci hanno votato, ci chiedono di realizzare la città dei 15 minuti, dei servizi di prossimità e del decentramento. Lo faremo, un passo alla volta, ma con grande caparbietà”.

Per il minisindaco Franco “con l’atto di consegna delle aree verdi svoltosi questa mattina nella Sala Consiglio del Municipio Roma VI delle Torri, è stato fatto un ulteriore passo in avanti verso il Decentramento. Un momento atteso fin dai primi giorni del nostro insediamento e richiesto da questo Municipio nei tanti incontri avuti con l’assessora Sabrina Alfonsi. Desidero ringraziare oltre a Sabrina Alfonsi anche gli assessori Tobia Zevi e Andrea Catarci presenti oggi in Municipio. Devo ammettere con sincerità che proprio con loro tre ho instaurato rapporti stretti basati sulla collaborazione istituzionale fin dal primo giorno del mio mandato. Motivo in più per averli accolti con piacere oggi nel Municipio delle Torri”, conclude Franco.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna