Municipio VI: Franco, maggioranza solida, non mi dimetto

In consiglio può contare su 15 eletti sui 13 necessari per approvare le delibere. Il minisindaco sottolinea che le nomine assessorili sono di carattere fiduciario oltre che tecnico.

«Non ho annunciato la volontà di dimettermi, non ci sono motivi per farlo». Dopo l’articolo de II Tempo e rilanciato da Radiocolonna , sulla crisi della maggioranza in Municipio VI, il presidente Nicola Franco rassicura sempre a ‘’Il Tempo’’ che nonostante i consiglieri di Fdi Vanda Raco eAlessio Rotondo siano usciti dal gruppo e passare alla Lega e un altro, Stefano Pelone, passare al gruppo misto, resterà alla guida del municipio delle Torri.

Secondo Franco, la maggioranza è solida perché «conta 15 elementi sui 13 necessari per approvare le delibere». Quanto ai motivi che hanno scatenato le polemiche all’interno di Fratelli d’Italia, Franco afferma che queste non sono dovute a patti presi prima delle elezioni e non rispettati.

«Le nomine assessorili sono a carattere fiduciario, oltre che tecnico – spiega il minisindaco del Municipio VI – All’indomani della vittoria delle elezioni, per individuare tali figure ho richiesto i curricula di varie figure professionali. Da parte delle forze politiche che mi hanno sostenuto, contribuendo alla vittoria del centrodestra nel Municipio, non sono state mai fatte pressioni e ho agito in piena autonomia, nel pieno interesse del bene comune, scegliendo le migliori figure professionali nel ruolo di assessore».

Riguardo al ruolo dell’ex consigliere Massimo Fonti, che ha traghettato nella Lega i consiglieri Raco e Rotondo, secondo Franco «non si è ricandidato all’ultima tornata elettorale perché, e ciò appare evidente, nella sua testa, oppure parlando con terzi, si è autoconvinto che si sarebbe potuto garantire un posto nella Giunta del Municipio VI, senza aver mai parlato con me. Questo signore non avrà mai alcuna possibilità con me di poter ricoprire un ruolo fiduciario di nomina».

Franco inoltre rivendica il suo ruolo nella «tenuta» della maggioranza, sottolineando come il passaggio dei consiglieri Vanda Racoe Alessio Rotondo alla Lega «è frutto della mia presa di posizione che, all’indomani della loro fuoriuscita dal gruppo Fdi avevo dichiarato pubblicamente che non riconoscevo il gruppo Misto come forza di maggioranza. Quanto a Raco e Rotondo – conclude Franco – lascio ai cittadini le giuste considerazioni su tali comportamenti».

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna