Piani di zona, si costituisce commissione d’indagine

Con voto unanime, la commissione capitolina Personale, Statuto e Sport ha espresso parere favorevole sulla proposta di delibera consiliare che prevede la costituzione di una commissione di indagine sui Piani di Zona

Con voto unanime, la commissione capitolina Personale, Statuto e Sport ha espresso parere favorevole sulla proposta di delibera consiliare che prevede la costituzione di una commissione di indagine sui Piani di Zona, già oggetto di verifica da parte degli uffici di Edilizia Sociale a seguito di una mozione approvata a settembre 2016. “Tale Commissione – ha dichiarato il consigliere M5S Pietro Calabrese – si rende necessaria alla luce dell’eccessiva leggerezza con cui è stata concepita in passato la normativa sui Piani di Zona.

Vogliamo far luce su diverse situazioni tutt’altro che limpide, tra cui la costruzione di case con fatturazioni non chiare, alcune vendite rogitate fuori dalla norma e il mancato rispetto del prezzo massimo di gestione. La Commissione di indagine indagherà sull’effettiva attuazione della normativa inerente ai Piani di Zona per un periodo di 18 mesi, relazionando caso per caso gli organi di governo e gli uffici competenti. Ai suoi lavori prenderanno parte anche l’Avvocatura Capitolina, gli esperti di settore, i comitati cittadini e altri soggetti interessati, il cui contributo potrà essere d’aiuto al raggiungimento dei fini prefissati.

I cittadini richiedono trasparenza e noi abbiamo il dovere di assicurargliela”. Alle parole di Calabrese hanno fatto eco quelle della presidente Commissione Urbanistica, Donatella Iorio, e del presidente della Commissione di Roma Capitale Angelo Sturni, i quali hanno evidenziato l’importanza di una commissione di indagine che focalizzi l’attenzione sul tema specifico e che si avvalga della collaborazione di tutti i soggetti interessati.

“La costituzione di una commissione di indagine sui Piani di Zona – ha dichiarato la consigliera Iorio – è necessaria al fine di fronteggiare diverse situazioni di emergenza relative a truffe e alla mancata realizzazione degli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria. Dobbiamo analizzare, caso per caso, tutti i Piani di Zona in via di attuazione e sopperire alla mancanza di controlli effettuati in tal senso dalle precedenti Amministrazioni”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna