Raggi: finalmente Roma sperimenterà tecnologia 5G

Da realizzare entro la fine del 2010. Siglato oggi protocollo con Fastweb

Parte la sperimentazione basata su tecnologie 5G e Wifi per lo sviluppo di servizi di ultimi generazione da realizzare entro la fine del 2020 in alcune aree di Roma. È quanto prevede il protocollo d’intesa siglato oggi tra Roma Capitale e Fastweb e attraverso il quale, a partire dal 2018, verranno definiti progetti di sperimentazione in particolare nell’ambito delle applicazioni digitali per la Smart City e dell’IoT, Internet delle cose”.

“Abbiamo promosso un accordo con un’azienda prestigiosa che ci aiuterà a portare Roma in una dimensione in cui una grande trasmissione di dati permetterà uno sviluppo economico importante – ha detto la sindaca di Roma, Virginia Raggi – Per l’info mobilità urbana e la sicurezza della città il 5G è essenziale e questa opportunità verrà sperimentata su 3000 utenti, fino al 31 dicembre 2020”.

La sperimentazione ha come obiettivo la costruzione di una piattaforma in grado di supportare servizi e applicazioni nei settori della mobilità intelligente, della sensoristica, dell’industria 4.0, del turismo, della videosorveglianza al fine di arricchire l’ecosistema digitale della città, cogliendone le priorità strategiche di sviluppo e trasformandola in un laboratorio di innovazione digitale.

Le reti mobili di quinta generazione, le cosiddette reti 5G, sono reti convergenti in cui le antenne radio mobili utilizzate raggiungono una densità molto superiore a quella delle reti attuali e sono interamente collegate con fibra. Una tecnologia attraverso la quale le prestazioni della rete raggiungono livelli superiori al 3G e 4G, assimilabili alle reti fisse. La quinta generazione di reti aumenterà enormemente la velocità di connessione mobile e porterà a pochi secondi il tempo necessario per il download di file di grandi dimensioni.

“La tecnologia 5G garantisce una velocità 1000 volte maggiore alle reti attuali. – ha spiegato l’assessora alla Roma Semplice, Flavia Marzano – Roma non è stata inserita nell’area di sperimentazione ma vogliamo essere in prima fila.
Per conseguire questo obiettivo serve un partner che abbia le competenze e pertanto il protocollo viene sottoscritto con Fastweb. Non sono previsti oneri, è una fase di sperimentazione. Inoltre sono indicazioni già segnati nelle linee guida e nell’agenda digitale di Roma Capitale”.

Attraverso questa intesa Roma si candida a diventare una delle prime città in Europa a disporre dei collegamenti in 5G e a ricoprire un ruolo di punta nel panorama nazionale dei servizi ad altissima connettività, che trasformeranno il modo di vivere lo spazio urbano e domestico.

Con la sottoscrizione dell’accordo, Fastweb si impegna a progettare e a realizzare le infrastrutture di rete necessarie per lo sviluppo dei nuovi servizi digitali implementando così anche nuovi collegamenti alla rete Internet a banda ultra larga mentre Roma Capitale si rende disponibile a fornire tutte le informazioni in suo possesso riguardanti le infrastrutture civili che rientrano nella propria disponibilità. L’avvio della sperimentazione 5G prevede, inoltre, l’integrazione con il Wifi sul territorio.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna