Raggi lancia il “mercato elettronico” di Roma, “meno burocrazia negli appalti”

Si tratta di una centrale di acquisto interna all’amministrazione che renderà più facili le procedure di aggiudicazione di appalti e forniture

La giunta capitolina ha approvato una delibera per istituire il mercato elettronico di Roma. Si tratta di una centrale di acquisto interna all’amministrazione che renderà più facili le procedure di aggiudicazione di appalti e forniture. Lo scrive su Facebook la sindaca di Roma, Virginia Raggi.

“Vogliamo dare servizi ai cittadini e realizzare le opere pubbliche che servono a Roma in modo sempre più semplice e veloce. Semplificare significa sostenere le imprese e migliorare la vita quotidiana dei romani – spiega Raggi -. Per questo abbiamo approvato in Giunta una delibera per istituire il Mercato elettronico di Roma, una centrale di acquisto interna all’Amministrazione che renderà più facili le procedure di aggiudicazione di appalti e forniture”.

Secondo la sindaca Raggi è fondamentale, infatti, “ora più che mai, semplificare e sburocratizzare per dare risposte rapide ed efficienti alle piccole e medie imprese che vogliono lavorare per il Campidoglio. In questi 5 anni abbiamo lavorato sodo per ricostruire la macchina amministrativa di Roma e per farla ripartire nel segno della legalità. Ora la città è pronta a correre – sottolinea Raggi -. E per farlo, è necessaria una maggiore semplificazione di norme e procedure. Una questione, tra l’altro, che ho portato più volte, sin dall’inizio del mio mandato, all’attenzione del Governo e del Parlamento. Il Mercato elettronico di Roma permetterà proprio questo, di velocizzare i tempi di affidamento e svolgimento dei lavori, garantendo una maggiore trasparenza delle gare e un maggior risparmio di costi per l’Amministrazione. C’è chi parla, noi facciamo”, conclude la sindaca.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna