15 Giugno 2021
Il meteo a Roma

Recovery: Zingaretti, al via progetto ‘Italia dei due mari’

Parte tavolo con i presidente delle 5 Regioni del Centro Italia per elaborare una proposta comune da presentare al Governo

“Noi vediamo nel Recovery una grande opportunità di svolta per il sistema Paese e vogliamo insieme cominciare a ragionare su come le regioni dell’Italia centrale, di quell’Italia tra i due mari, possano mettere in campo il proprio contributo per aiutare insieme l’Italia ad accendere i motori dello sviluppo. Il contributo che vorremmo dare al Paese è di dimostrare che una forma di pensare allo sviluppo e alle infrastrutture insieme possa aiutare a dare al nostro sistema paese una svolta”. Così il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, durante un incontro streaming tra i cinque governatori del Centro Italia -Toscana, Lazio, Umbria, Marche, Abruzzo – per far partire il progetto ‘L’Italia dei due Mari’.

“Abbiamo deciso di instituire un tavolo operativo sulle connessioni e le infrastrutture possibili per per voltare pagina così da preparare una proposta comune da sottoporre al governo Draghi – ha aggiunto – sia per gli investimenti dei grandi player nazionali, ma anche per contribuire alla definizione di un Next Generation Eu che tenga in considerazione il valore e la forza di questa parte di Paese. Da oggi si avvia un lavoro”.

Zingaretti ha spiegato che “il tavolo di coordinamento che da oggi prende il via tra presidenti Regioni Abruzzo, Lazio, Marche, Toscana e Umbria” nasce per avviare “un lavoro comune sullo sviluppo infrastrutturale, economico, produttivo e sociale del nostro territorio”.

“Rappresentiamo un’area molto importante del nostro Paese: il 22% degli abitanti italiani, il 23,5% del pil, il 23,5% degli occupati, circa 5,5 milioni, il 20% dell’export del Paese e il 24%delle imprese italiane – prosegue -. In questi anni questi risultati sono stati possibili valorizzando le peculiarità e ricchezze delle nostre regioni, ma mai insieme siamo riusciti a pensare a un comune progetto di sviluppo, soprattutto a quegli investimenti che possono fare da volano alla crescita e allo sviluppo”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014