Regione Lazio, la Lega propone la «festa dei figli meritevoli». È polemica

premio di 50 mila euro, in commissione la proposta di legge. Pd: È discriminatoria

La Regione Lazio si prepara ad istituire la festa regionale dei figli e un premio di 50 mila euro. E’ la proposta di legge regionale presentata oggi in commissione Affari costituzionali del Consiglio regionale, presieduta da Flavio Cera di Fd’I. L’iniziativa e’ a prima firma del consigliere della Lega Orlando Tripodi, che ha spiegato come questo provvedimento preveda anche l’istituzione di un premio con uno stanziamento di 50 mila euro. Ferma opposizione annunciata da Valerio Novelli del Movimento 5 stelle, che ritiene l’iniziativa, oltre che “non urgente in questa fase, anche discutibile per la sua impostazione ideologica e anche vagamente discriminatoria in favore dei figli di famiglie tradizionali, quale si evincerebbe a suo avviso specialmente dalla premessa all’articolato della proposta di legge”.

Al contrario, favorevoli alla proposta si sono dette le consigliere di Fratelli d’Italia Maria Chiara Iannarelli ed Eleonora Berni: in particolare, per la prima questa proposta “non e’ estranea alla piu’ generale tematica del disagio giovanile”, mentre la seconda ritiene che questo provvedimento “riporti giustamente al centro dell’attenzione il tema della natalita’”.

Sugli aspetti discriminatori della proposta di legge ha invece insistito la consigliera Eleonora Mattia del Pd, che ha comunque espresso le sue riserve anche sulla parte introduttiva del testo. Anzi Mattia si e’ spinta piu’ in la’, ritenendo “discriminatoria l’idea stessa di un premio che vada a un figlio piuttosto che ad altri”. Preso atto degli interventi, il consigliere Tripodi ha voluto respingere anzitutto le accuse di impostazione ideologica e discriminatoria della proposta di legge, che comunque potra’ essere modificata. Infine, Tripodi si e’ detto “disponibile allo stralcio della parte introduttiva, che ha causato le maggiori riserve”.

Approfondimento nel dossier

© StudioColosseo s.r.l. - studiocolosseo@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna