Rifiuti, 8/11 sciopero servizi ambiente, si ferma anche l’Ama

Sindacati Roma a Gualtieri, rischio nuova mobilitazione a Natale

Lunedi’ e’ previsto uno sciopero nazionale nei servizi ambientali per rivendicare il rinnovo del contratto con presi’di organizzati dai sindacati in cento piazze italiane. Tra le realta’ – pubbliche e private – interessate c’e’ anche Ama, la municipalizzata dei rifiuti di Roma. Oggi Fp Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Fiadel territoriali hanno scritto al sindaco Roberto Gualtieri per informarlo “di aver proclamato per lunedi’ 8 novembre una giornata di sciopero per l’azienda Ama.

Tale decisione si e’ resa inevitabile a causa di un incomprensibile atteggiamento di chiusura da parte delle associazioni datoriali sul rinnovo contrattuale delle lavoratrici e dei lavoratori del settore ambiente, scaduto oramai da 28 mesi”. “Riteniamo utile, anche per il bene della comunita’ che lei rappresenta, raggiungere in maniera condivisa obiettivi che valorizzino il nostro lavoro, essenziale per garantire la pulizia il decoro e l’igiene migliorando, contestualmente, le condizioni sociali, la salute e la sicurezza di operatrici e operatori del settore”, recita la missiva.

“In queste ore cercheremo di condividere le nostre preoccupazioni anche con l’Anci nazionale, dal quale ci aspettiamo un passo concreto per aiutare a sbloccare una trattativa fin troppo problematica e assolutamente dannosa per tutti. Riteniamo necessaria l’assunzione di responsabilita’ da parte di tutte le istituzioni per contribuire alla risoluzione di questa lunga vertenza ed evitare ulteriori iniziative di mobilitazione che potrebbero ricadere inevitabilmente a ridosso delle festivita’ natalizie – continuano -. Sentivano il dovere di segnalarle questa situazione affinche’, se lo ritiene utile, possa operare – nell’ambito delle sue responsabilita’ e prerogative – per risolvere questa vertenza ed impedire l’inasprimento di un conflitto che non potra’ che crescere”.

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna