Rifiuti, assessore Valeriani: folle far saltare decreto Aiuti, rischi anche per termovalorizzatore a Roma

"Senza si rischia di non farcela"

Nel decreto Aiuti che si vota oggi al Senato, con il rischio che possa saltare la maggioranza di governo per la scelta del M5s di non partecipare al voto “credo che ci siano misure più importanti per il futuro del nostro Paese, che sarebbe folle far saltare. Ma poi una corsia preferenziale per il termorvalorizzatore di Roma è necessaria, anche perché nella capitale la situazione è difficilissima e senza si rischia di non farcela”. Lo ha detto l’assessore ai Rifiuti della Regione Lazio, Massimiliano Valeriani, in una intervista al quotidiano “Il Messaggero”.

Nel decreto Aiuti infatti sono inseriti i poteri commissariali concessi al sindaco Roberto Gualtieri per costruire il termovalorizzatore.

“Nella capitale – ha aggiunto Valeriani – la situazione s’è ulteriormente aggravata con l’incendio della seconda linea del Tmb di Malagrotta. Ma si scontano i pochi sbocchi e anni di mancate decisioni, soprattutto sugli impianti da realizzare. In questo Gualtieri è andato controtendenza” perché Gli va riconosciuto il coraggio, l’assunzione di responsabilità dicendo: saremo noi, come Comune, a realizzare quegli impianti che non sono stati fatti in tanti anni. E nel piano che presenterà non c’è soltanto il termovalorizzatore. Costruire questi impianti – ha concluso l’assessore – vuol dire ridare dignità ai romani e ridurre la Tari, visto che i costi aumentano se tutti i pezzi della filiera sono lontani da loro”

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna