Rifiuti: G. Grillo, a Roma no segnalazioni rischio epidemie

"Nessun intervento diverso da normale monitoraggio"

 “Al momento il ministero della Salute non ha ricevuto segnalazioni di rischio epidemiologico tali da prefigurare un intervento diverso dal normale monitoraggio”. Lo ha affermato il ministro della Salute Giulia Grillo rispondendo al Question Time alla Camera a una domanda sull’emergenza rifiuti a Roma.

“L’amministrazione capitolina – ha aggiunto Grillo – ha evidenziato che le criticità evidenziate in questo periodo sono dovute alla chiusura della discarica di Malagrotta e all’assenza da più di sei anni del piano regionale rifiuti della regione Lazio, la cui necessità è stata riportata anche da due sentenze del Tar che ne hanno intimato l’adozione pena il commissariamento. Il Comune ha evidenziato anche un ulteriore appesantimento determinato dall’incendio del dicembre scorso di uno dei quattro impianti che gestiva il trattamento dei rifiuti della città in merito al quale sembrano profilarsi ipotesi dolose. Da parte sua l’amministrazione è impegnata nell’adozione del progetto di raccolta porta a porta, e ha anche avviato un programma di raccolta differenziata per le utenze non domestiche e un piano di raccolta straordinaria presso i siti sensibili come ospedali e scuole. Di particolare rilievo anche il nuovo contratto di servizio tra l’amministrazione e l’azienda municipale di raccolta dei rifiuti” ha concluso il ministro.

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna