Rifiuti Roma Cingolani, Comune chiede tempo per scelta sito

Una settimana in più, studiare carte. Regione acceleri sul Piano. Valeriani, bene Mite, ora Comune indichi sito

Il Comune di Roma ha tempo per la definizione del sito definitivo; una settimana in piu’ dal momento che e’ necessario riflettere sulle “cartografie”. Lo afferma il ministro per la Transizione ecologica Roberto Cingolani sui Rifiuti a Roma, a margine dell’Eco Forum di Legambiente, ricordando che la riunione, prevista per l’8 luglio, comunque si fara’, e se ne programmera’ un’altra per il 14 o il 15 anche perche’ il lavoro con la ministra Lamorgere e il prefetto per le soluzioni a “brevissimo termine” e’ andato avanti. Alla Regione invece – dice Cingolani – e’ stato chiesto di accelerare sul Piano integrato Rifiuti.

“Avevamo convocato per l’8 luglio una riunione in cui abbiamo chiesto al Comune la scelta definitiva del sito di lungo termine – osserva Cingolani – per quella data ci attendevamo l’identificazione del sito. Poi, abbiamo lavorato con il prefetto e la collega Lamorgese per trovare soluzioni di brevissimo termine con le discariche disponibili. Il Comune ci ha chiesto ieri una settimana in piu’ per l’identificazione del sito definitivo, faremo comunque la riunione l’8, e ci torneremo il 14 o il 15. Questo perche’ le cartografie sono complesse e il Comune deve fare qualche riflessione in piu'”. “Contestualmente – aggiunge – chiederemo alla Regione di andare speditamente verso il riesame del Piano integrato Rifiuti perche’ va aggiornato. Non e’ una roba di una settimana. Stiamo chiedendo a tutte le parti di fare uno sforzo. Credo che alla fine la cosa si comporra’”.

Non si fanno attendere le reazioni

“Condividiamo pienamente le valutazioni del ministro Cingolani sull’esigenza che il Comune di Roma indichi il proprio sito di smaltimento definitivo. E’ previsto dal Piano regionale dei Rifiuti e nell’attesa di questa scelta stiamo collaborando con interventi e risorse per aiutare la Capitale. Stiamo monitorando, inoltre, l’attuazione del Piano Rifiuti e siamo molto preoccupati dei deludenti risultati della raccolta differenziata del Comune di Roma e dei palesi disservizi nella gestione del ciclo dei Rifiuti, che alterando il quadro delle necessita’ rischiano di essere la causa, l’unica, di un aggiornamento del Piano stesso”. Lo afferma Massimiliano Valeriani, assessore ai Rifiuti della Regione Lazio. “Ma sia chiaro che questa ipotesi – prosegue – non giustifica in alcun modo ritardi o omissioni. Anzi dovrebbe spingere il Campidoglio ad impegnarsi ancora di piu’ per una svolta nella gestione dei propri Rifiuti: aumento della differenziata, piu’ impianti di trattamento e indicazione del sito di smaltimento”.

”Perché Roma non indicherà un sito per la discarica? Perché come emerge dalla cartografia delle aree bianche elaborata dalla città metropolitana non sono presenti nel territorio della città zone idonee ad ospitarla. Chi dice il contrario fa mera speculazione politica su un tema delicato. Noi siamo per i fatti e per trovare soluzioni”. Così in un post su Facebook il capogruppo capitolino M5s Giuliano Pacetti. ”Come detto oggi dal ministro Cingolani, la sindaca Virginia Raggi , in qualità di Presidente della città metropolitana di Roma, invierà nei prossimi giorni al Mite e alla Regione Lazio la cartografia definitiva delle aree idonee ad ospitare impianti di smaltimento e di trattamento nel territorio dell’intera provincia”. ”Se il Pd di Valeriani, Pelonzi e Roberto Gualtieri intende fare una discarica a Roma indichi fin da subito il sito, siano chiari. Le elezioni sono vicine e i cittadini devono sapere se e dove hanno intenzione di fare una discarica a #Roma”.

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna