Ripartono i pagamenti per dehors e tavolini all’aperto a Roma

I pagamenti dovranno essere effettuati entro il 31 luglio. L’assessora alle Attività produttive Monica Lucarelli ha precisato: «Per venire incontro agli esercenti l’Amministrazione ha scelto di applicare la tariffa tabellare permanente che prevede coefficienti più bassi rispetto ai canoni temporanei»

La giunta capitolina ha approvato una delibera che regolamenta il pagamento delle maggiori Occupazioni di suolo pubblico (Osp) concesse a bar e ristoranti e che durante il periodo pandemico, dopo un primo periodo di gratuità, dovranno essere onerose. Per il periodo che va dal primo aprile al 30 giugno (data in cui è stata disposta la proroga per le Osp emergenziali) saranno disposte le tariffe di pagamento.

“Per venire incontro agli esercenti l’amministrazione ha scelto di applicare la tariffa tabellare permanente – spiega l’assessora alle Attività produttive Monica Lucarelli – che prevede coefficienti più bassi rispetto ai canoni temporanei. Ora il nostro impegno sarà di coinvolgere e supportare i Municipi nella gestione delle pratiche”.

Le Osp Covid erano state introdotte nel periodo successivo alle serrate per evitare il rischio di diffusione del contagio e aiutare le attività che avevano avuto un crollo durante le chiusure dovute alla pandemia. Sono state gratuite fino allo scorso primo aprile, data in cui è terminato lo stato di emergenza nazionale. L’amministrazione capitolina, nonostante Roma sia una delle città con le tariffe tra le più basse d’Italia, spiegano dal Campidoglio, ha deciso di non rivedere per il momento al rialzo i coefficienti. Il pagamento è previsto entro il 31 luglio.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna