Roma si legge: allarme siccità ne Lazio – PODCAST

Il presidente della Regione Zingaretti entro domani firmerà lo stato di calamità naturale, ma la risposta del sindaco Roberto Gualtieri ieri sera è stata rassicurante: “Al momento non c’è alcun rischio per la città di Roma di dover procedere a turnazioni e altre forme di razionamento"

Ecco le principali notizie della giornata dalla rassegna stampa a cura di Marco Moretti che potete ascoltare anche in versione podcast (clicca qui).

Allarme siccità nel Lazio

Tra le tante emergenze quella della siccità era la più annunciata, visibile già da settimane. Il presidente della Regione Zingaretti entro domani firmerà lo stato di calamità naturale, ma la risposta del sindaco di Roma Gualtieri ieri sera stata rassicurante “al momento non c’è alcun rischio per la città di Roma di dover procedere a turnazioni e altre forme di razionamento – ha detto Gualtieri – In ogni caso, di fronte all’assenza di piogge e alla situazione determinata dai cambiamenti climatici, è fondamentale usare l’acqua in modo attento e responsabile, senza sprechi. Ed è questo l’invito che, assieme agli altri vertici istituzionali, rivolgo alle cittadine e ai cittadini romani anche alla luce della situazione attuale”. La Repubblica cita la Coldiretti secondo la quale “sono già stati causati 240 milioni di danni. Tuttavia lo stato di calamità naturale è il primo passo per dichiarare lo stato di emergenza, ricevere fondi speciali dal governo e prevede una serie di passaggi burocratici. Ma la situazione è già drammatica soprattutto per l’agricoltura, l’acqua potabile è già razionata a Viterbo e alcuni comuni della provincia e anche ai Castelli dove la Regione ha avviato il rifornimento tramite autocisterne”. Provvedimenti sono allo studio anche a Roma la Repubblica ipotizza “Stop all’irrigazione e chiusura dei nasoni (che poi sarebbero le fontanelle), la politica corre ai ripari”. E poi ricorda sempre il Corriere “c’è troppa acqua dispersa, ben poco si fa sul versante del riutilizzo ad esempio delle acque di depurazione. Secondo i dati di Legambiente la città metropolitana con il 38% di acqua persa in rete, ha una dispersione oltre la media nazionale, la provincia di Frosinone con il 77,8% ha il record italiano di dispersione”.

Expo, Roma presenta candidatura a Parigi 

Dal Messaggero: “Expo, a Parigi il modello Roma. Missione del comitato promotore nella capitale francese per presentare la candidatura. Il Campidoglio punta su imprese e università. Roma presenta la filosofia della sua candidatura e la volontà di creare un evento che possa anche negli anni successivi rendere la capitale un laboratorio all’avanguardia per la rigenerazione urbana”. In una intervista l’assessore all’Urbanistica Veloccia svela il claim della candidatura: “My name is Roma – e conferma gli impegni concentrati su quadrante est – Cambierà Tor Vergata, due tram e un mega parco”.

Ambientalisti bloccano il Gra

Una decina di appartenenti ad un gruppo ambientalista chiamato “Ultima generazione” ieri ha bloccato il Grande Raccordo anulare all’altezza della Muratella, scrive il Corriere: Traffico in tilt: rimossi da automobilisti infuriati e poliziotti”. Ed infatti i video in rete mostrano proprio gli automobilisti improvvisarsi forze dell’ordine, senza ovviamente averne l’autorità e tentare di trascinare via i manifestanti prima che lo facessero i veri poliziotti.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna