Roma 2021: c’è la data del voto, il 19 agosto si scioglie il consiglio

Partiti a lavoro su liste

Piazza del Campidoglio

Domenica 3 e lunedi’ 4 ottobre si vota per eleggere i sindaci di 1.162 Comuni tra cui 18 capoluoghi di provincia, compresa Roma.

C’e’ tempo fino al 3 settembre, 30 giorni prima, per presentare le liste a sostegno dei candidati a sindaco.

Quarantotto i nomi che vanno individuati per l’Assemblea capitolina, ventiquattro per i consigli municipali.

A oggi aspirano alla guida della Capitale ben 13 candidati a sindaco. Accanto ai quattro principali sfidanti (la sindaca uscente del M5s Virginia Raggi che corre con due liste, una politica e una civica; il candidato del centrosinistra Roberto Gualtieri che sara’ appoggiato da sei liste di cui una civica; il candidato del centrodestra Enrico Michetti che a suo supporto avra’ cinque liste di cui una civica e il candidato di Azione Carlo Calenda in campo con una lista civica unica Calenda sindaco), ci saranno Monica Lozzi di Revoluzione Civica, Andrea Bernaudo dei Liberisti italiani, Rosario Trefiletti per l’Italia dei valori, Gilberto Trombetta per Riconquistare l’Italia appoggiato da Vox e Italexit, Fabiola Cenciotti per Il Popolo della famiglia, Micaela Quintavalle per il Partito Comunista, Fabrizio Marrazzo per il Partito Gay, Margherita Corrado per Attiva Roma e Elisabetta Canitano per Potere al Popolo. Non e’ confermata, per ora, la candidatura a sindaco dell’ex assessore all’Urbanistica della giunta Raggi, Paolo Berdini.

La consiliatura volge quindi agli sgoccioli e il lavoro nei partiti e’ sempre piu’ frenetico. Nel centrodestra c’e’ attesa per le tre liste principali: Fratelli d’Italia, Lega e Forza Italia. La Lega ha individuato una capolista, sara’ Simonetta Matone, gia’ candidata prosindaca, tra gli altri nomi oltre all’attuale capogruppo in Campidoglio, Maurizio Politi, ci dovrebbero essere Davide Bordoni, Flavia Cerquoni, Fabrizio Santori, Angelo Valeriani e Mauro Ferri. In Fratelli d’Italia potrebbe sfumare l’ipotesi che sia la stessa Giorgia Meloni in campo come capolista, in quel caso sarebbe pronto il capogruppo capitolino, Andrea De Priamo. Accanto a lui ci saranno i consiglieri in carica, Francesco Figliomeni, Lavinia Mennuni e Rachele Mussolini. Tra gli altri nomi: Federico Rocca, Stefano Erbaggi, Gianni Ottaviano, Mariacristina Masi. In Forza Italia e’ attesa la candidatura dell’attuale presidente dell’Assemblea capitolina, Marcello De Vito. Il vero nodo da sciogliere nel centrodestra sembra quello delle presidenze di Municipio, che ha causato anche qualche malumore nei gruppi minori. “Sembrerebbe che alcune forze della coalizione di centrodestra si stiano riunendo da giorni per scegliere i candidati presidenti nei municipi di Roma, senza il coinvolgimento di tutte le forze politiche” e “auspichiamo che si tratti solamente di voci infondate; ma se cosi’ non fosse, la lista Cambiamo-Rinascimento valutera’ municipio per municipio se sostenere il centrodestra o presentare un proprio candidato”, hanno dichiarato tre esponenti della lista in una nota, Mario Abbruzzese e Massimo Pezzella per Cambiamo, Dario Di Francesco per Rinascimento.

Nel centrosinistra sono ben sei le liste che sostengono Gualtieri. Per ora soltanto Roma futura ha individuato un capolista, e’ Giovanni Caudo, arrivato secondo alle primarie per il sindaco. Il confronto e’ ancora aperto nelle altre cinque liste. Sono in campo le liste: Sinistra Sinistra civica ecologista (riunisce Liberare Roma, Sinistra per Roma, Sinistra italiana, Articolo Uno, Partito socialista italiano, E’ Viva), Demos, Europa verde, lista civica per Gualtieri Sindaco, qui qualche nome c’e’, si tratta di imprenditori principalmente, Monica Lucarelli, Marco Antonelli, Giorgio Trabucco.

A sostegno della sindaca Raggi, mentre il M5s si appresta a sbarcare in una nuova era, si rincorrono le riunioni territoriali. Dovrebbero essere certamente in campo i principali consiglieri capitolini tra cui Paolo Ferrara e Giuliano Pacetti, accanto a loro resta in piedi il progetto di una corsa dei presidenti di Municipio pentastellati per l’Aula Giulio Cesare. Si sta invece componendo intanto la lista civica del Comitato per Virginia. Ci sono studenti come il 20enne Jacopo Colalongo, ma anche l’ex ministro Alessandro Bianchi. In queste settimane la sindaca appare molto concentrata sul reclutamento di forze civiche, sono infatti diverse le cene elettorali con professionisti e categorie di lavoratori. E ha anche lanciato online una selezione per scegliere due persone in relazione alle idee progettuali proposte per la citta’. Infine ha quasi pronta la squadra Carlo Calenda che ha anche annunciato i nomi per le presidenze di Municipio.

Intanto il 19 agosto si riunira’ per l’ultima volta, con questa giunta, l’Assemblea capitolina. L’occasione sara’ quella di un consiglio straordinario sui poteri e sullo status di Roma Capitale. Riforma che a questo punto e’ rinviata alla successiva consiliatura. L’ultimo atto importante della giunta Raggi pero’ e’ andato in scena, l’approvazione dell’ultimo assestamento di bilancio che “mette al sicuro i conti dell’ente fino al 31 dicembre”, ha spiegato l’assessore al Bilancio Gianni Lemmetti. L’approvazione in tempo breve e’ stata resa possibile da un accordo con le opposizioni che hanno ritirato gli emendamenti chiedendo e ottenendo lo stanziamento, tramite manovra, dei fondi necessari all’acquisizione di tre ex depositi Atac che sarebbero andati a privati, tramite asta, per le procedure previste dal concordato. “E’ l’ultima manovra economica di questa consiliatura – ha commentato Raggi -. Voglio ringraziare tutti i consiglieri, di tutte le forze politiche, che hanno lavorato per rendere possibile questo importante risultato: ero certa che avrebbero dimostrato un grande senso di responsabilita’, a cui io stessa avevo fatto appello richiamando all’unita’ necessaria per non sottrarre alla citta’ risorse fondamentali in questo momento”. Si apre quindi la corsa finale della campagna elettorale di Roma 2021, ci sono adesso poco meno di sessanta giorni per convincere una percentuale di indecisi o astenuti che oggi e’ ancora vicina alla meta’ degli aventi diritto al voto nella Capitale.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna