Roma 2021: Gualtieri su ballottaggio, “andrò con Michetti e chiederò sostegno a elettori Raggi e Calenda”

Come primo atto in caso di elezione a sindaco "una pulizia straordinaria della città, mai stata così sporca" Lo ha detto il candidato del centrosinistra, intervenendo al confronto tra candidati organizzato dal quotidiano "Il Messaggero".

Il candidato del Pd

“Non faremo accordi al ballottaggio, sono convinto che al secondo turno mi troverò con Enrico Michetti e chiederò agli elettori di Raggi e Calenda di sostenermi. Abbiamo il programma più dettagliato, una coalizione larga e con candidature di grandissima qualità che porteremo in Campidoglio per rafforzare l’amministrazione”. Lo ha detto il candidato a sindaco di Roma per il centrosinistra, Roberto Gualtieri, intervenendo al confronto tra candidati organizzato dal quotidiano “Il Messaggero”.

“Mi avvarrò di una squadra con i migliori, non farò un ballottaggio di attacco personale con Michetti ma sosterremo che le forze a sostegno di Michetti sono oggi al governo e sono quelle contrarie al vaccino e al green pass”, ha concluso.

Come prima atto in caso di elezione a sindaco di Roma per il candidato del centrosinistra c’è “una pulizia straordinaria della città, mai stata così sporca, coordinata con una potatura” a cui si affianca l’avvio della “riorganizzazione di Ama su base municipale”.  Gualtieri ha spiegato: “Da giugno introdurremo un’app integrata per i trasporti, attiveremo il trasferimento del patrimonio comunale a Risorse per Roma, per poter chiedere il 110 per cento per l’efficientamento energetico. In ogni Municipio, infine, apriremo un Centro giovani, con patrimonio pubblico che dovranno gestire”.

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna