Roma 2021: Raggi su ballottaggio, “ho accordo con cittadini da 5 anni”

Come prima azione in caso di conferma convocherà "da subito un tavolo operativo con le forze imprenditoriali delle città per Pnrr, Giubileo e Expo 2030". Lo ha detto la sindaca uscente, intervenendo al confronto tra candidati organizzato dal quotidiano "Il Messaggero"

Rispetto a un eventuale accordo al ballottaggio con i candidati esclusi “io ho già fatto un accordo con i cittadini nel 2016. Ora siamo in ascesa. Io sono l’unico argine alle destre e alla criminalità, sono stata l’unico sindaco che ha preso di faccia la criminalità, questo non era stato affrontato da altri partiti che ci hanno preceduto. In questi cinque anni ho avuto modo di ricostruire la macchina amministrativa e ho portato la città fuori dalla pandemia”. Lo ha detto la sindaca uscente del M5s, Virginia Raggi, intervenendo al confronto tra candidati organizzato dal quotidiano “Il Messaggero”.

Per quanto riguarda gli sfidanti “da un lato c’è il partito di Michetti che ha avuto l’era di Alemanno con parentopoli, dall’altro lato c’è la coalizione di sinistra: sono sempre loro che gestiscono le nomine e le liste e hanno messo dentro gli accoltellatori di Marino”, ha concluso.

Come prima azione in caso di conferma la sindaca di Roma uscente del M5s convocherà “da subito un tavolo operativo con le forze imprenditoriali delle città per Pnrr, Giubileo e Expo 2030”. Raggi ha spiegato: “Poi daremo continuità alle iniziative già in campo” e sarà “avviato entro l’inizio dell’anno prossimo il servizio di diserbo, che abbiamo dovuto togliere a Ama per un servizio pessimo che sottraeva personale all’azienda”.

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna