Roma, allarme bomba a Prati: ordigno su auto Marco Doria, poteva esplodere

Telecamere al vaglio della polizia

Più di una intimidazione. L’ordigno rudimentale piazzato sulla smart di Marco Andrea Doria poteva esplodere. Lo dicono gli artificieri, intervenuti dopo le segnalazioni di un oggetto con fili sporgenti, piazzato su un’automobile parcheggiata in via Tito Spiri, nel cuore del quartiere Prati di Roma.

La Polizia, avvisata intorno alle 17.40, ha immediatamente isolato la zona, chiudendo sia la strada che le arterie di collegamento, per consentire agli esperti di espletare tutte le operazioni di rito in totale sicurezza per i cittadini. Il responso è raggelante: la bomba, contenente polvere pirica e bulloni, poteva colpire. E fare male.

Non è la prima volta che Doria subisce intimidazioni e minacce, tant’è vero che il dirigente comunale è già sottoposto a una misura di protezione. Ma questo ennesimo episodio, il più grave, ha fatto scattare immediatamente l’allarme. Infatti, il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza di Roma, presieduto dal prefetto, Matteo Piantedosi, nella prossima riunione valuterà un innalzamento delle tutele.Appena la notizia si diffonde, anche il mondo politico esprime vicinanza. “È stato ritrovato un ordigno nella macchina di Marco Doria, presidente del Tavolo per la riqualificazione dei parchi e delle ville storiche di Roma. Un fatto gravissimo, esprimo la mia piena solidarietà”, scrive su Twitter la sindaca della Capitale, Virginia Raggi. “Solidarietà e vicinanza a Marco Doria. Ha avuto il coraggio di denunciare abusi e irregolarità ed è stato bersaglio di vili atti intimidatori. Non lo lasceremo solo”, commenta sui social Roberto Gualtieri, uomo del Nazareno alle primarie del centrosinistra per la scelta del candidato sindaco di Roma. “E’ un fatto gravissimo. A lui va tutta la nostra solidarietà. Il dissenso è lecito ma ogni forma di intimidazione o aggressione è inaccettabile”, tuona Carlo Calenda. Solidarietà al dirigente arriva anche da senatori, deputati ed europarlamentari romani del M5S: “È un episodio gravissimo quello accaduto ai danni di Marco Doria.

Il Movimento 5 Stelle si unisce alla sindaca Raggi nell’esprimere solidarietà al dirigente del Comune nominato per quel ruolo dalla stessa Sindaca e che già in passato era stato oggetto di minacce. Ci auguriamo si possa fare al più presto luce su questo episodio, individuando i responsabili e le ragioni che li hanno spinti a tanto”. Sull’attentato sono in corso indagini della polizia.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna