Roma fanalino di coda in Europa per la mobilità sostenibile

Secondo uno studio di USwitch, alla Capitale mancano bus ecologici e un bike-sharing comunale. Unica nota positiva, il sistema ferroviario urbano di Fs

Roma fanalino di coda in Europa per la mobilità sostenibile. Secondo uno studio della company USwitch, pubblicato su Eni Tv, riportato oggi sul dorso locale della Repubblica, Roma si piazza al 15esimo posto nella classica green delle 20 Capitali d’Europa più popolose.

Alla Capitale mancano una flotta di bus ecologici (è penultima) e un bike-sharing comunale (operano solo due aziende private), con tariffe calmierate. Unica nota di merito, il sistema ferroviario urbano, per cui la Capitale si pizza a metà della classifica. Secondo la Repubblica, con un’utenza di 320 milioni di passeggeri all’anno (dato 2019) il sistema ferroviario gestito da Fs ha permesso di evitare 188,1 milioni di viaggi in macchina. Nota dolente invece le ferrovie gestite da Atac (Termini-Centocelle, parte urbana della Roma-Viterbo e la Roma-Lido) che, fra treni in ritardo e cancellati, penalizzano il giudizio generale.

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna