Roma si legge: corsa ai tamponi e punti di vista opposti su quando e quale fare – PODCAST

Mascherine Ffp2 ancora una rarità sui mezzi pubblici

Ecco le principali notizie della giornata dalla rassegna stampa a cura di Marco Moretti che potete ascoltare anche in versione podcast (clicca qui).

Se c’è stata la corsa ai tamponi per Natale, un’altra è iniziata già ieri per il capodanno. Citiamo Repubblica tra i tanti giornali che trattano lo stesso argomento dove si legge che “farmacie, drive in e laboratori di analisi non tengono il passo delle richieste dei cittadini. File e resse in tutta la città. Il presidente di Federfarma Lazio Eugenio Leopardi dice che c’è un abuso da parte dei cittadini del tampone rapido. Le persone vengono non a causa dei sintomi, ma convinti di ottenere un lasciapassare per far festa”. Saltato anche il concetto di ‘momento giusto’ per fare il test e questione apertissima sul tipo di tampone, sul Corriere dove viene evidenziato che “nelle strutture pubbliche e private di Roma le attese sono anche di una settimana” parla il segretario della federazione dei medici di base Bartoletti che dice “si potrebbe sdoganare una volta per tutte il tampone fai-da-te che ognuno si somministra in casa in modo da alleggerire la pressione su altri servizi”. Questa opinione di Bartoletti trova decine di prese di posizione di segno opposto che considerano inattendibile il fai da te. In merito alle mascherine sempre il Corriere nota che sulla metropolitana il 90% dei passeggeri non indossa la Ffp2, oggi si riunisce il comitato in prefettura. Sui treni va meglio, i controllori a chi non ha la protezione giusta dicono che ci saranno solo alcuni giorni di tolleranza dopo di che verranno considerati passeggeri non in regola che devono scendere dal treno.

I green pass di Telegram, anche in offerta 

Da Repubblica: “Su telegram green pass falsi in offerta speciale per Capodanno, C’era anche l’offerta duo: 240 euro per due pass anzichè 300. E poi il pacchetto famiglia, con 500 euro tutti ammessi ai cenoni di capodanno. I finanzieri del comando provinciale di Roma hanno oscurato 17 canali telegram” e ora si cercano quelli che se lo sono comprato.

Alle 12 la conferenza in diretta YouTube

Oggi il sindaco Gualtieri presenterà il bilancio della pulizia straordinaria della città promessa per Natale, ma anche le prospettive del piano. Secondo il Messaggero “Il Campidoglio è pronto ad allungare, a rendere ordinaria, la pulizia straordinaria da rifiuti ed erbacce, mentre a breve partiranno i bandi per costruire gli impianti con i fondi del Pnrr. E la giunta deve fare presto per i progetti esecutivi che vanno presentati entro il 16 febbraio quando scadranno i tempi per accedere ai fondi europei che saranno erogati con il criterio dell’avanzamento lavori, chi più avrà portato avanti i cantieri, maggiori soldi avrà”.

Si prospetta una riapertura gradita in città

Editoriale dal Corriere: “Al teatro Valle va restituito l’onore culturale – scrive Paolo Conti – l’assessore Gotor ha annunciato che sarà riaperto entro il 2024. Il teatro moderno più antico non solo d’Italia, ma d’Europa, è chiuso dal maggio 2010. Un’onta che nessuna capitale potrebbe tollerare. Gotor – prosegue Conti – ricorderà sicuramente che l’allora ministro dei beni culturali Veltroni nel 1997 decise di bruciare drasticamente i tempi di riapertura del Museo Borghese dopo 14 anni di scandalosa chiusura. Fu un clamoroso successo europeo per l’Italia. Sarebbe splendido un bis con il Valle.

 

Approfondimento nel dossier

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna