Roma si legge: le “erbacce” sui marciapiedi ovunque, dal centro alle periferie – PODCAST

I monopattini che a Roma non noleggia quasi nessuno, in vista un taglio dei mezzi

Ecco le principali notizie della giornata dalla rassegna stampa a cura di Marco Moretti che potete ascoltare anche in versione podcast (clicca qui).

“Savana capitale”

Il clima in città è ormai orientato verso l’estate e con tanto sole, giornate lunghe, il rialzo delle temperature c’è anche il ritorno dei soliti problemi che riguardano i marciapiedi con erbacce incolte e rami che impongono un percorso ad ostacoli e che Repubblica oggi chiama “Savana capitale, proprio come un anno fa marciapiedi invasi” e ironica considerazione “Le erbacce infestanti non hanno solo difetti: sono anche democratiche. Nel senso che si riproducono ovunque e si fanno notare tanto in periferia quanto in centro, nessun quartiere escluso, effetto giungla assicurato”. Ma quest’anno c’è la variabile cinghiali con nuovi avvistamenti alla Camilluccia e nuove analisi sugli animali con quattro casi di peste suina accertati. Per il Corriere “a breve arriverà l’ordinanza sugli abbattimenti, si vuole individuare l’area di massima circolazione virale prima di adottare misure radicali e il commissario straordinario è convinto che occorra allargare la zona rossa nel quadrante nord della città oltre il Raccordo anulare”.

Nella capitale il pesce delle ‘ndrine

Nuovi particolari dall’inchiesta sulla ‘ndrangheta a Roma nel servizio di apertura del Tempo: “In città il pesce della ‘ndrina. La cosca vendeva nella capitale il prodotto ittico proveniente dalla Calabria che finiva direttamente nei ristoranti romani. L’organizzazione criminale tramite una coppia di coniugi gestiva un box al centro agroalimentare di Guidonia. Nelle carte dell’inchiesta anche direttori di banca e commercialisti. Intanto gli indagati non hanno risposto davanti al Gip”.

Stretta sui monopattini 

“Ne resteranno solo tremila” – si parla di monopattini, per Repubblica che da giorni parla del flop dello sharing con oltre il 90% dei mezzi inutilizzati – l’assessore alla mobilità Patanè ha deciso “il servizio non funziona, non ha una finalità trasportistica ma ludica”. È interessante il paragone con Londra “12mila monopattini e un solo operatore contro i 14mila di Roma e ben 7 operatori, ma a Londra il servizio è disponibile in ogni angolo della città, mentre a Roma è circoscritto solo a 100 chilometri quadrati rispetto a una superficie cittadina di 1.200 chilometri”.

Mostre 

Mostre fotografiche, molto si è parlato di quella di Berengo Gardin al Maxxi, ma il Corriere presenta oggi anche un’altra mostra al museo di Roma in Trastevere di immagini quasi tutte anonime dagli archivi delle più famose agenzie: “Com’era l’Italia, dal 60 al 75 tra boom economico e anni di piombo. Per il curatore ‘questi scatti non sono nati per fare storia. Ma ne colgono attimi, pause, con la coda dell’occhio”.
Ancora dal Corriere: “Caos biglietti, la Roma vuole aprire l’Olimpico ai tifosi”. Per la finale di Conference league del 25 maggio a Tirana, praticamente impossibile andare allo stadio e allora la società è intenzionata ad organizzare un party all’Olimpico con ingresso a pagamento che andrà in beneficenza e dove in caso di risultato positivo arriverebbe poi la squadra di ritorno da Tirana per i festeggiamenti. Ma non va chiamato maxischermo, quelli non dovrebbero esserci in città su espressa richiesta scaramantica dei tifosi giallorossi.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna