Scissione M5s: Zingaretti, “ennesima conferma che è finito il tempo della cultura maggioritaria”

"Per questo per anni mi sono battuto perché si prendesse atto di questo e si riorganizzasse il sistema politico attraverso leggi che diano la giusta rappresentanza alla politica", ha spiegato il governatore

La scissione del M5s con la fuoriuscita del gruppo di parlamentari guidato dal ministro degli Esteri Luigi Di Maio “mi sembra l’ennesima conferma che è finito il tempo della cultura maggioritaria e che si rafforzino le identità”. Lo ha detto il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, a margine di un evento a Villa Miani a Roma.

“Io lo dico da mesi e per questo da mesi chiedo una legge elettorale proporzionale, non come una rinuncia ma come uno strumento per riorganizzare il sistema politico, dando il giusto sfogo al diritto in democrazia di avere un’identità e una rappresentanza politica e che questo non significhi il caos di questa legislatura, perché – ha aggiunto Zingaretti – uno dei motivi delle crisi di questo quinquennio è aver avuto un parlamento eletto con una legge maggioritaria ma poi, non essendoci stati vincitori, con una libertà totale: per cui maggioranze e governi diversi in pochi anni. Per questo per anni mi sono battuto perché si prendesse atto di questo e si riorganizzasse il sistema politico attraverso leggi che diano la giusta rappresentanza alla politica”, ha concluso il governatore.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna