Spiagge: Raggi, evitare blocco investimenti per incertezza norme

Il governo apre oggi un tavolo tecnico con l'obiettivo di approdare a un testo di regole condivise entro la meta' di gennaio 2022.

Virginia Raggi

“Sulle concessioni balneari e l’economia del mare, il governo apre oggi un tavolo tecnico con l’obiettivo di approdare a un testo di regole condivise entro la meta’ di gennaio 2022. Oggi al Mise i ministri incontreranno le imprese del settore e i loro sindacati. E’ di fondamentale importanza che il governo si affretti a realizzare una legge che si accordi con la normativa Bolkestein per evitare che ci sia un arresto degli investimenti e un conseguente blocco del settore causato dall’incertezza normativa”.

Lo scrive su Facebook Virginia Raggi, ex sindaca di Roma e consigliera capitolina M5s.

“Per poter affrontare le procedure di gare – prosegue – bisogna accelerare la mappatura delle imprese tramite un censimento puntuale delle concessioni per poter distinguere chi opera nella legalita’, gestendo le imprese del mare con dedizione al lavoro, dalle storie di criminalita’. Il turismo vale un sesto dell’economia italiana, e le concessioni balneari sono un perno importante di questa filiera. Il confronto su questo tema deve essere serrato per ottenere finalmente una legge nazionale sul demanio marittimo che definisca gli equilibri del rapporto tra spiaggia pubblica e spiaggia privata secondo criteri nazionali equi”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna