Tar conferma pedonalizzazione tratto via del Corso

Giudici: nessuna sospensione della delibera, Comune valuti percorsi alternativi

Nessuna sospensione al momento della decisione del Comune di Roma di ridisciplinare il traffico nel centro storico capitolino, pedonalizzando il tratto di via del Corso compreso tra Largo Goldoni e l’intersezione con Via delle Convertite.

L’ha deciso il Tar del Lazio con due ordinanze con le quali ha respinto le richieste fatte da Big Bus Tours Rome e CityRoma per sollecitare la sospensione dell’efficacia dei provvedimenti con i quali è stata disposta l’istituzione della zona pedonale di Via del Corso.

I giudici amministrativi hanno però obbligato l’amministrazione comunale a pronunciarsi su un percorso alternativo dei bus turistici così come indicato dalle stesse aziende. Dieci giorni di tempo per l’adempimento; prossima udienza il 10 ottobre.

Il Tar ha ritenuto che “ad un primo sommario esame proprio della fase cautelare – si legge nell’ordinanza – non appaiono sussistere i presupposti per accogliere la domanda cautelare, in considerazione della prevalenza, nel bilanciamento dei contrapposti interessi, di quello alla sicurezza e alla viabilità, sotteso all’ordinanza comunale impugnata, rispetto a quello della ricorrente, di natura squisitamente patrimoniale, non potendosi ascrivere alla stessa una funzione di servizio pubblico”.

In più, per i giudici “sussiste l’obbligo in capo all’Amministrazione procedente di pronunciarsi sulla proposta di percorso alternativo a quello precedentemente autorizzato, potendo costituire un migliore contemperamento dei contrapposti interessi rispetto al percorso attualmente consentito, corrispondente a quello previsto per i giorni di sabato, domenica e i giorni festivi nel regime previgente alla pedonalizzazione”.

La conclusione è: provvedimento confermato, con l’assegnazione a Roma Capitale di 10 giorni di tempo per pronunciarsi sulla proposta di percorso alternativo, e nuova udienza camerale il prossimo 10 ottobre.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna