Un settore in affanno, ma il Comune ha un progetto

Quattro milioni di Euro per la riqualificazione dei mercati sono a disposizione dei Municipi, annuncia l’Assessore al Commercio, Adriano Meloni. L’ambizione è trasformarli in punti di aggregazione sociale e culturale dei quartieri

A Roma ci sono trentadue mercati coperti e trentotto aperti, anche detti plateatici. I dati forniti dall’Assessorato al Commercio del Comune di Roma all’Osservatorio sulla Capitale descrivono un settore in affanno, bisognoso di un rilancio urgente.

 

Tra le maggiori criticità rilevate, i mercati rionali di Roma sembrano peccare maggiormente su quattro fronti: il rispetto delle norme, la qualità dell’offerta, i parcheggi e i collegamenti. Un’altra problematica che affligge i mercati romani è quella dell’occupazione dei posteggi (le postazioni disponibili all’interno per i singoli operatori): molti mercati si stanno svuotando. Tra i tassi percentuali di occupazione più preoccupanti, troviamo un 22% per il centralissimo mercato di Via Baccina e un 33% per lo storico mercato di Via Magnagrecia a San Giovanni. Molto bassa la percentuale in quello di Quarto Miglio (11%) e di Palocco (15%).

 

Per studiare il rilancio mercatale della Capitale, il Comune di Roma ha predisposto un parametro che prevede la combinazione tra il tasso di occupazione dei posteggi e la potenzialità della struttura. Per esempio, se la criticità è alta e la potenzialità è bassa, conviene cambiare la funzione d’uso. Se c’è alta criticità, ma anche alta potenzialità, occorre pensare a una diversificazione e integrazione dell’offerta. Della prima categoria fanno parte i plateatici di Tor Sapienza e di Quarto Miglio. Dei secondi il mercato di Prati, di Monti, di Campo Marzio, di Montesacro di Torpignattara e quello Metronio di Via Magna Grecia.

 

Ma oltre a predisporre parametri, cosa sta facendo – in concreto – Roma Capitale per rilanciare i suoi mercati rionali? A giugno è stata firmata la variazione di bilancio che ha stanziato i fondi per la riqualificazione dei mercati. Quattro milioni di Euro che verranno attribuiti ai centri di responsabilità dei Municipi.

 

Un patrimonio immenso, troppo a lungo trascurato: progetti da realizzare entro l’anno

“Nelle nostre linee programmatiche abbiamo posto come obiettivo il rilancio dei mercati rionali. Sono un patrimonio immenso per Roma, che nel corso degli ultimi decenni è stato trascurato”, spiega l’Assessore al Commercio del Comune di Roma, Adriano Meloni, all’Osservatorio sulla Capitale. “I mercati – continua – hanno bisogno non solo di una manutenzione tecnica, ma di una ‘manutenzione civica’, da concertare con operatori e i cittadini. I Municipi interessati realizzeranno i progetti e dovranno eseguire i lavori entro l’anno”.

Ecco le cifre stanziate, municipio per municipio:

Municipio I 762,000 euro;

Municipio II 560,000 euro;

Municipio III 289,000 euro;

Municipio IV 301,000 euro;

Municipio V 625,000 euro;

Municipio VII 497,000 euro;

Municipio VIII 121,000 euro;

Municipio X 463,000 euro;

Municipio XIV 402,000 euro.

 

L’ambizione del Comune di Roma è quella di trasformare i mercati in veri e propri punti di riferimento per i quartieri da un punto di vista sociale, culturale, produttivo e sportivo. Un ritorno alle origini in cui i cittadini potranno acquistare prodotti artigianali e partecipare ad attività sportive, ludiche e gastronomiche.

 

“Tutto ciò significa co-progettare nuovi servizi che possono far tornare i mercati ad essere nuove piazze dei quartieri – prosegue l’Assessore – con spazi dedicati allo sport, a sportelli di informazione, per una somministrazione ‘a chilometro zero’, con postazioni di riciclo&riuso a vantaggio dell’ambiente. Con il progetto per la riqualificazione dei mercati, abbiamo avviato la prima tappa di un percorso partecipato per stabilire le priorità di intervento”.

 

Un altro incentivo al rilancio dei mercati è previsto da alcuni progetti di “Reti di Imprese” sostenuti dall’Amministrazione capitolina e dai Municipi. Iniziative selezionate a inizio luglio per l’assegnazione dei fondi regionali nell’ambito del bando. Tra queste troviamo “Mercati in Rete”, un progetto che punta alla valorizzazione dei mercati e dei prodotti tipici sfruttando le potenzialità del digitale. Una di queste sarà lo sviluppo di un’app dedicata che consentirà di offrire servizi innovativi agli utenti.

 

“I Municipi stanno rispondendo positivamente a questo progetti – conclude Meloni – perché conoscono le esigenze del territorio e degli operatori commerciali. L’obiettivo è allargare lo spettro degli interventi ad ogni passaggio e innalzare i tassi di occupazione delle postazioni, incrementando nel contempo l’attrattività e il numero di utenti.”

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna