Università: Mattarella a inaugurazione anno accademico “La Sapienza”

"Torno a poche settimane da fine mio mandato"

“A poche settimane dalla conclusione del mio ruolo, delle mie funzioni di presidente della Repubblica, mi si consente di tornare alla Sapienza dove ho studiato”. Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, intervenendo all’inaugurazione dell’anno accademico dell’Universita’ “La Sapienza” di Roma.

La cerimonia e’ stata aperta dai saluti istituzionali del sindaco di Roma Capitale Roberto Gualtieri, del presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e della ministra dell’Universita’ e della ricerca Maria Cristina Messa. La rettrice Antonella Polimeni ha tenuto la prolusione dal titolo “La costellazione delle responsabilita’; il progetto di Sapienza per la societa’ della conoscenza”. Hanno fatto seguito gli interventi della studentessa Malila Nazari, in rappresentanza degli studenti, e di Giuseppe Foti, a nome del personale tecnico-amministrativo. La cerimonia e’ proseguita con la lectio magistralis del premio Nobel Giorgio Parisi dal titolo “Il senso della Scienza”.

Il Capo dello Stato, riprendendo anche le considerazioni svolte nella prolusione dal premio Nobel per la fisica, Giorgio Parisi, ha poi ricordato: “Qualche tempo fa al Quirinale, uno studente mi ha chiesto come e’ possibile per chi esercita potere non farsene condizionare, sostanzialmente non farsene catturare. La mia risposta e’ stata che vi sono per fortuna nelle istituzioni, per coloro che rivestono ruoli primari di carattere istituzionale, diversi strumenti: l’articolazione delle funzioni tra organismi diversi, la temporaneita’ degli incarichi e infine un ingrediente che e’ un antidoto efficace: una buona dose di autoironia. Una capacita’ adeguata di ironia su se stessi consente di mantenere quel distacco che rende sempre autentico e non alterato il rapporto con le responsabilita’”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna