Virginia Raggi a Radio Colonna: “Ho ricostruito la macchina e maturato un’esperienza che i miei avversari non hanno” – VIDEO

La sindaca insegue il secondo mandato per "completare il lavoro avviato"

Virginia Raggi respinge una volta di più le accuse al suo governo della città per la quale afferma di aver lavorato senza sosta per “ricostruire la macchina”.
Un’azione che si traduce nell’aver “risanato le partecipate: Atac sta ricomprando autobus di cui 500 completamente elettrici. Ama è stata dotata di nuovi mezzi e cassonetti e sono stati allestiti nuovi impianti di compostaggio”.

La sindaca del Movimento 5 Stelle chiede ora il secondo mandato per “andare avanti” perchè c’è ancora molto da fare: “di qui a 10 anni ribaltiamo la mobilità di questa città”.
Dice anche di non essere mai stata contraria ai grandi eventi, bensì “favorevole a quelli che arricchiscono la città. “Quando sono arrivata in Campidoglio i conti di Roma erano talmente devastati che Roma non si poteva permettere le Olimpiadi. Ma poi abbiamo programmato gli europei di nuoto del 2022, ospiteremo quelli di atletica nel 2024, senza considerare che abbiamo avuto la formula E che arricchisce la città e tantissimi eventi equestri. Roma è la capitale dello sport e dei grandi eventi, a patto che siano grandi eventi sostenibili. E sarà innovativo e sostenibile anche il progetto per l’Expo 2030 a Roma”.

Ancora sulla mobilità, per Raggi “si sono fatti passi in avanti, abbiamo incoraggiato i mezzi di micromobilità in sharing e questo ha alleggerito molto gli spostamenti piccoli, inferiori ai 10 chilometri. Molti romani soprattutto nell’ultimo anno hanno usato tantissimo i mezzi in condivisione perchè li percepiscono come più sicuri. In un anno ci sono stati 2 milioni e 800 mila spostamenti in monopattino”.
Sulla gestione del fenomeno di abbandono dei monopattini ha detto che oltre alle norme nazionali ha impegnato i gestori ad adottare misure che impediranno di lasciare i mezzi in sosta selvaggia e l’amministrazione “con le sovrintendenze sta realizzando tanti parcheggi per i monopattini perchè siano lasciati in maniera ordinata”.

Virginia Raggi sostiene inoltre che da sindaco ha maturato un’esperienza che i suoi avversari non hanno: “Un’esperienza che mi ha consentito di guidare la città durante la pandemia, siamo stati una città modello nel mondo per la gestione dei tavolini negli spazi esterni, è servito per portare più lavoro nel momento in cui bar e ristoranti non potevano rimanere aperti all’interno. E poi per la gestione dei servizi municipali online come la possibilità di fare certificati in remoto, i telefoni attivi anche per i centri anti violenze, la gestione e la distribuzione dei buoni spesa. Siamo stati una macchina estremamente efficiente”.

La cosa più complessa a cui è stata chiamata è stata “riavviare la macchina comunale, 23mila dipendenti a cui si aggiungono i 25mila delle partecipate. Non c’erano soldi e non c’erano procedure attive, assenza di gare, è stato difficile ma l’abbiamo fatto”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna