torna su
12/12/2019
12/12/2019

ADV

ULTIM'ORA
CARICAMENTO IN CORSO

Radio Colonna

Radio Colonna Via Margutta, 48, 00187 Roma redazione@radiocolonna.it Claudio Sonzogno

Il debutto dei filobus di Alemanno: in servizio con costi altissimi?

Fermi dal 2010 e costati 20 milioni di euro: se usati sulla linea 90 avranno spese di gestione da capogiro?

Giacomo Di Stefano
di Giacomo Di Stefano | 2017-03-19 19/03/2017 ore 10:00

?

I famosi 45 filobus acquistati nell’era Alemanno – e mai utilizzati – potrebbero finalmente scendere in strada sulla linea 90. Indiscrezione confermata a Radiocolonna dal presidente della Commissione mobilità, Enrico Stefàno. Un’operazione che, pur andando a risolvere un problema, solleva molti dubbi sulla sua messa in pratica .

Andiamo per ordine.

Nel 2009 il Comune ordina 45 vetture filobus alla Bredamenarini, società all’epoca del gruppo Finmeccanica. E l’ordine viene fatto tramite Roma Metropolitane, allora controllata dal Campidoglio. Costo: 20 milioni di euro.

Una vicenda che ha coinvolto anche il fedelissimo dell’ex sindaco Gianni Alemanno, Riccardo Mancini.

Oggi questi 45 filobus sono fermi in quella rimessa di Tor Pagnotta visitata a febbraio da Virginia Raggi. “Quarantacinque filobus nuovi di zecca, Pagati con i soldi dei cittadini, fermi da quasi due anni in un deposito a prender polvere – ha spiegato in quell’occasione la sindaca, accompagnata dall’assessora alla Mobilità Linda Meleo – Siamo venuti qui a farveli vedere: ecco cosa ci ha lasciato in eredità chi ha governato Roma. Li restituiremo ai cittadini”.

L’idea, quindi, sarebbe quella di prendere i filobus e utilizzarli sulla linea 90, che da Termini porta a Serpentara.

 

E qui nascono i primi problemi: sembra che, all’epoca dell’acquisto, l’accordo prevedesse che l’utilizzo delle vetture dovesse avvenire sul corridoio della mobilità della Laurentina. Che, a distanza di nove anni da quel 2009 ancora non è in funzione e si prevede, se tutto andrà bene, di aprirlo il prossimo anno. Ma il contratto del 2009 pare che vincoli i mezzi alla futura filovia Laurentina e non su altre tratte.

Ad oggi le vetture sono parcheggiate a Tor Pagnotta, ancora sotto garanzia e sembra che la Bredamenarini non abbia alcuna intenzione di spostare gli operai da questa rimessa, situata tra la Via Laurentina e la Via Cecchignola.

Spostare le nuove vetture sulla 90, però, al di là dei problemi contrattuali presenta anche difficoltà economiche e pratiche. La prima: a fine turno le vetture dovrebbero tornare, per contratto, nel deposito della Laurentina. Mentre gli autisti Atac abilitati alla guida dei filobus sono tutti in servizio sulla 90 con sede a Montesacro. Quindi, i filobus dovrebbero partire all’alba dalla Laurentina e rientrarci la sera. Perciò gli autisti, a inizio e fine turno, dovrebbero essere sballottati con navette fino a Tor Pagnotta per prendere e lasciare le vetture. Vetture che, per giunta, dovrebbero attraversare Roma solo per prendere servizio.

Stampa

A proposito dell'autore

Radiocolonna, Il Messaggero, Wired Italia. Tecnologia, politica e cronaca di Roma.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
© 2Media Srls - 2media@pec.it

Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014