Contratto servizio Atac, il Campidoglio verso la proroga

Incontro in Comune con i rappresentanti sindacali. Per Cgil-Cisl-Uil c'è "la volontà di mantenere i livelli occupazionali e salariali invariati a fronte del concordato"

Atac, sindacati e Comune sul contratto di servizio
Atac, sindacati e Comune sul contratto di servizio

I dipendenti di Atac dovrebbero stare tranquilli. Al termine dell’incontro con i rappresentanti del Campidoglio, i sindacati hanno detto che “l’assessore Meleo e il delegato alle relazioni sindacali De Santis hanno dichiarato la volontà di mantenere i livelli occupazionali e salariali invariati in Atac a fronte del concordato. La loro intenzione è prorogare il contratto di servizio oltre la scadenza prevista per dicembre 2019 mantenendo l’azienda di proprietà del Comune”.

Un nuovo incontro è previsto lunedi,  perché i sindacati vogliono nuove garanzie.  “L’assessore Meleo – ha affermato anche Michele Azzola (Cgil) – ci ha spiegato che il concordato era l’unica strada alternativa alla privatizzazione, visto che la chiusura del bilancio 2016 Atac comporterà una perdita che mangerà l’intero capitale sociale per svariati motivi, tra cui un contenzioso giuridico con Roma Tpl perso e un non allineamento delle voci di bilancio con Roma Capitale”.

Con il contratto di servizio in corso il Comune versa ad Atac 560 milioni di euro l’anno. I dipendenti sono circa 13 mila, ogni giorno circa 4 milioni di passeggeri utilizzano i trasporti pubblici della Capitale.  Fare luce sul contratto di servizio è fondamentale per capire che fine farà l’azienda, ma soprattutto la Cgil mantiene in piedi la possibilità di uno sciopero.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna