Attentato a Londra, tra i feriti anche una romana

Il numero dei morti è salito a quattro, oltre all'attentatore sulla cui identità rimane ancora incertezza. Nella notte eseguiti degli arresti a Birmingham

La polizia inglese ha eseguito sette arresti, nella notte, a Birmingham, dopo l’attentato di ieri sul ponte di Westminster che ha provocato la morte di quattro persone e il ferimento di 29, di cui almeno sette sarebbero in condizioni critiche. L’attentatore, di cui ancora non si conosce l’identità, ha agito in modo isolato lanciandosi con il suo SUV contro la folla che passeggiava sul ponte. Una volta abbandonato il suo mezzo ha cercato di introdursi all’interno dell’area di Westminster, ferendo a morte un poliziotto prima di venire abbattuto dalle forze di sicurezza.

 

Tra i feriti c’è anche una donna romana, le cui generalità non sono state rese note, che, secondo quanto riferito da fonti della Farnesina durante la trasmissione “Porta a Porta”, sarebbe stata operata nella notte ma non sarebbe in pericolo di vita.

 

Gli agenti della polizia inglese hanno effettuato sette arresti nella notte a Birmingham, mettendo a segno un colpo importante nella lotta al terrorismo in UK. Secondo fonti governative, non è da escludere che il MI5, i servizi segreti di Sua Maestà, fosse a conoscenza dell’identità dell’uomo che era già stato segnalato come potenzialmente pericoloso.

 

Da notare, infine, come l’attentatore abbia scelto per il suo gesto una data non casuale: ieri, infatti, ricorreva il primo anniversario degli attentati all’aeroporto di Bruxelles e alla stazione della metropolitana che avevano colpito duramente la capitale belga. Secondo gli esperti di geopolitica, in un momento in cui l’ISIS si trova in difficoltà nei fronti di guerra mediorientali, la strategia dei terroristi è quella di “limitarsi” ad attentati di minore entità che possono provocare un numero minore di vittime ma che sono anche i più difficili da arginare.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna