Cecchignola, ecco come integrare il piano ciclabile della Fase 2

La proposta di Carlo Tortorelli: tante le idee dei comitati che meritano ascolto

Un segmento di ciclabile di soli 500 metri per rendere fruibile la rete ciclabile della Fase 2 anche agli abitanti della zona Castello di Cecchignola. Dopo l’annuncio di Stefàno e Calabrese di una ‘rete ciclabile transitoria’ che possa rafforzare la mobilità sostenibile della Capitale, tanti cittadini ed esperti si stanno attivando per proporre integrazioni o diversivi al progetto. Uno di questi è Carlo Tortorelli, blogger di Trenino Blu, che ha avanzato una proposta per la sua zona che ha come protagonista Via Stefano Gradi:

Un’integrazione tra la pista prevista nel nuovo piano e quella già esistente nel Fosso della Cecchignola. Nell’attuale piano predisposto dal Comune di Roma, infatti, c’è l’idea di creare un collegamento ciclabile di 3,2 km tra la Laurentina e l’Ardeatina proprio attraverso via di Vigna Murata.

 

“Sto cercando di contattare comitati di cittadini e ciclisti per integrare ulteriormente il progetto del Comune di Roma – confida Tortorelli a Radiocolonna – si tratta di un prolungamento della ciclabile di Vigna Murata verso via Millevoi. In tempo di emergenza è importante il dialogo tra cittadini e istituzioni e il contributo dei comitati di quartiere è fondamentale”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna