Centri sportivi municipali: ecco i criteri per l’aggiudicazione

Sicurezza, esperienza e collaborazione: le idee in cantiere di Angelo Diario

E’ in arrivo un nuovo criterio per valutare le offerte rivolte alla gestione degli centri sportivi municipali. Un sistema che terrà conto d’istanze legate a una maggiore sicurezza degli impianti – i defibrillatori saranno necessari in ogni centro – a una maggiore triangolazione, e collaborazione, tra le associazioni, i cittadini e le istituzioni. L’iniziativa è partita dalla Commissione Sport del Comune di Roma e ha l’ambizione di creare un sistema virtuoso che riqualifichi centri sportivi spesso alla mercé dell’incuria o di gestioni poco accorte. “Il tavolo di lavoro che abbiamo creato vuole dare spazio ai progetti nuovi senza perdere di vista l’esperienza – spiega Angelo Diario, presidente della commissione capitolina – terremo conto di chi avrà un occhio di riguardo verso le categorie svantaggiate e manterremo le tariffe agevolate”. Il progetto è partito da una bozza di documento redatta dal CODAS, il coordinamento delle associazioni sportive romane, da cui far partire una discussione partecipata. Il progetto per i criteri di aggiudicazione degli impianti sportivi municipali va di pari passo con la nuova classificazione di quelli comunali raccontata da Radiocolonna. Un cantiere ambizioso che vuole far ordine su una materia che negli ultimi anni non ha ricevuto la dovuta attenzione dell’amministrazione comunale. Domani mattina Angelo Diario incontrerà i rappresentanti di GE.SI.S. Lazio – sigla che racchiude più di 30 gestori di impianti sportivi – per una discussione sull’aggiornamento del tariffario comunale. (Giacomo Di Stefano)

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna