Tor Bella Monaca, chiude l’ambulatorio di Medicina Sociale

Il VI municipio ha chiesto di tornare in possesso dei locali. Solo ieri distribuiti pacchi a 220 famiglie fragili del quartiere

L’ambulatorio di Medicina Solidale a Tor Bella Monaca
L’ambulatorio di Medicina Solidale a Tor Bella Monaca

Con una semplice PEC il VI Municipio di Roma  ha intimato all’associazione Medicina Solidale di restituire i locali di Tor Bella Monaca dove da oltre 12 anni vengono accolti e visitati gratuitamente tutti coloro che vivono in stato di fragilità. Oltre 120 mila persone che in un decennio hanno trovato in quella sede una speranza, un conforto e sempre medicinali e alimenti gratuiti.

Una richiesta che arriva come un fulmine a ciel sereno dopo decine di incontri e di visite da parte delle autorità municipali. Proprio oggi sono stati distribuiti pacchi viveri a 220 famiglie fragili di Tor Bella Monaca che hanno nel nucleo familiare una media di 3 minori sotto i 18 anni.

Medicina Solidale, che nel 2106 è stata premiata dall’Unione Europea per il suo impegno nelle periferie romane a favore degli ultimi, dovrà chiudere.

Recentemente Medicina Solidale sta collaborando anche nell’ambulatorio sotto il colonnato di San Pietro che si va aggiungere agli altri 5 ambulatori di strada dove i volontari dell’associazione accolgono e curano famiglie, minori e immigrati senza un futuro.

“Dopo questa PEC – spiega LUCIA ERCOLI, direttore sanitario di Medicina Solidale – credo che quella di oggi sia l’ultima distribuzione di viveri a questa gente che non ha speranza. Siamo andati avanti in mezzo a tante difficoltà proprio per rispondere sia all’appello di Papa Francesco, sia per dare una risposta al grido di dolore dalle periferie romane dove la gente è sempre più disperata e dimenticata da una politica miope”.

“Abbiamo da tempo – aggiunge ERCOLI – consegnato tutta la documentazione al Municipio che più volte ha visitato la nostra struttura. Ora questa PEC all’improvviso. Questo comportamento lede i diritti dei tanti cittadini che hanno trovato qui una risposta visto che le istituzioni locali non sono più in grado di intercettare e risolvere le criticità sociali soprattutto in periferia”.

 

 

 

 

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna