Ai domiciliari Marcello De Vito, dal 20 marzo in carcere

L'ex esponente dei M5S era stato arrestato per corruzione

Esce dal carcere e ottiene gli arresti domiciliari Marcello De Vito. Si tratta dell’ex presidente dell’assemblea Capitolina, già esponente dei M5s ma espulso, arrestato il 20 marzo scorso per corruzione. Lo ha deciso il gip Maria Paola Tomaselli, accogliendo una istanza presentata dal difensore Angelo Di Lorenzo.

Sulla richiesta la procura di Roma aveva espresso parere favorevole. Nei giorni scorsi aveva ottenuto i domiciliari anche l’avvocato Camillo Mezzacapo ritenuto dai magistrati il braccio destro dell’ex esponente M5s.

Ieri in polemica col fatto che De Vito non si è mai dimesso dalla  guida dell’assemblea capitolina, si era dimesso il vicepresidente facente funzioni Enrico Stefano.

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna