I racconti del rumore

Una discoteca vicino al Policlinico Tor Vergata e l'appello di un cittadino

Una discoteca a cielo aperto vicino al Policlinico Tor Vergata e la lettera di un cittadino esausto che ha chiesto l’intervento del sindaco Marino:

 

Dai primi di agosto è “atterrata” in Via dell’Archiginnasio, nella zona di Tor Vergata, una discoteca a cielo aperto. Il luogo si trova nelle immediate vicinanze della zona residenziale di Torre Gaia e soprattutto del Policlinico Tor Vergata. Il rumore altissimo favorito dalla mancanza di barriere e dalla bassa vegetazione circostante si propaga senza trovare ostacoli fino alle 2 di notte. La Polizia municipale, a cui ho chiesto di intervenire, mi ha informato che si tratta di una iniziativa finanziata dal Municipio VI (ex VIII) e che loro potevano farci ben poco. Oltre a non comprendere come si faccia a promuovere la localizzazione di un’iniziativa che prevede un fortissimo impatto acustico a 300 metri da un ospedale, dalla lettura della determinazione municipale che ha dato il via all’iniziativa è chiaro che i responsabili della stessa devono rispettare i livelli acustici previsti dalla classificazione acustica del territorio che prevede un emissione dopo le 22 di non più di 50 db, e non gli oltre 90 di una discoteca. Ma nella determinazione non si fa nemmeno menzione di un’analisi di impatto ambientale che mi pare dovrebbe essere obbligatoria in questi casi. E tutto questo accade quando l’assessore Marino partecipa alla conferenza stampa di Lega Ambiente, in cui quest’ultima presenta i risultati della campagna contro l’inquinamento acustico “Spegni il Rumore accendi il divertimento”. Tor Vergata, il Municipio VI fa ancora parte di Roma Capitale o sono una entità extra territoriale? Mi auguro che la sensibilità del Sindaco Marino sull’argomento renda possibile la fine di uno scempio.

 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna