Il fumo è la seconda causa di morte nel mondo

Una campagna antifumo intelligente e divertente con Nino Frassica

Nonostante l’evidente rischio che si corre fumando, in Italia secondo l’Osservatorio fumo, alcol e droghe dell’Istituto Superiore di Sanità, sono 10,9milioni le persone che fumano sopra i 14 anni di età e sono più di 70 mila, coloro che ogni anno perdono la vita a causa del tabagismo, questo perché é uno dei maggiori fattori di rischio nello sviluppo di patologie neoplastiche, cardiovascolari e respiratorie. 

Per questa ragione il Ministero della Salute ha lanciato una campagna contro il fumo e i comportamenti e gli stili di vita scorretti con un testimonial d’eccezione: Nino Frassica.

Pare che il 30% dei fumatori ogni anno tenti di smettere, ma non riesce a portare a termine questo obiettivo prefissato. Diventa fondamentale, allora, l’aiuto dei centri antifumo (Numero Verde 800554088).

Secondo l’Oms, il fumo uccide, nel mondo, una persona ogni 6 secondi, 6 milioni di persone l’anno. Tutte morti evitabili. 

Il dato allarmante è che 600.000 persone sono decedute a causa del fumo passivo.

A tal riguardo un decreto del Ministero della Salute, che recepisce le direttive UE sul tabacco, vieterà il fumo in auto in presenza di minori e donne incinte, si provvederà a scrivere dei messaggi sui pacchetti di sigarette più esaustivi e saranno aboliti i pacchetti da 10 sigarette.

 

“Fumare fa venire il cancro; Fumare danneggia gravemente chi fuma e chi gli sta intorno;  Fumare uccide. E allora ?.. traiamo le dovute conclusioni e diciamolo chiaramente! Per la salute fumare è semplicemente una cosa “scema”.  “Ma che sei scemo?”

 

C.T.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna