Il postino a Poli non suona più, da mesi senza posta

Sindaco, appello a Poste italiane, siamo tagliati fuori

Il postino Jacky Patin in posa davanti al suo collage nella città di Bonnieux ©Agnès Varda-JR-Ciné-Tamaris, Social Animals 2016

Le cassette delle lettere a Poli, paese della provincia di Roma, sono vuote da almeno tre mesi. Niente postini in giro per le strade del paese che conta quasi 2.500 abitanti, anziani che non hanno dimestichezza con l’on line preoccupati perchè, non pagando bollette che non arrivano, ad alcuni è stata già staccata la luce o il telefono.

Insomma, a Poli il postino non suona nemmeno una volta. E c’è chi parla di interruzione di pubblico servizio.

“Questa situazione sta diventando un problema serio – spiega il sindaco Nando Cascioli – Noi dipendiamo come comune dal centro distribuzioni della posta di Zagarolo. Ho parlato con gli addetti e mi è stato risposto che hanno poco personale e per di più a tempo determinato. Le persone che vengono assunte fanno appena in tempo a conoscere il territorio per poi, dopo due o tre mesi, essere mandate via e sostituite con altre. Relativamente alle bollette mi è stato anche detto che sarebbero le società a mandarle in ritardo per favorire la domiciliazione bancaria. Non so quale sia la verità ma fatto sta che la posta qui non arriva. Sto cercando di sollecitare le Poste ma non ho ancora ricevuto risposta”.

E il problema non riguarda solo i cittadini ma anche il Comune stesso, situato tra Palestrina e Tivoli: “Anche a noi non arriva la posta – aggiunge il sindaco – o arriva in ritardo. Faccio un appello a Poste italiane affinchè risolva questo problema al più presto”.

I cittadini di Poli si lamentano e fanno eco al sindaco. “Siamo tagliati fuori dal mondo, chi non ha un computer connesso a internet – spiega Flavio Tucci, un residente – sta avendo seri problemi. Non si può essere penalizzati perché viviamo in un piccolo centro. Questa è interruzione di pubblico servizio”.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna