Immigrato ucciso ad Aprilia, pensavano fosse un ladro

Tre cittadini del luogo inseguono in auto l’uomo che aveva con sé attrezzi da scasso. Aggredito, lo straniero muore

E’ finita male, davvero male la caccia all’uomo della notte scorsa ad Aprilia, tra Latina e Roma. Un immigrato marocchino di 43 anni, creduto un ladro viene inseguito da tre cittadini del posto. L’uomo, con precedenti penali, aveva nell’auto attrezzi da scasso.

La vettura su cui viaggia assieme a un altro uomo, finisce contro un muretto. Il conducente fugge. Lui esce, barcolla, e’ ferito, ma viene aggredito da due dei suoi inseguitori che lo colpiscono con calci e pugni.

L’immigrato muore poco dopo ora e sara’ l’autopsia a stabilire se le lesioni mortali sono state provocate dall’incidente oppure dalle percosse. 

Per il momento i due aggressori sono stati denunciati a piede libero. Per loro l’accusa e’ di omicidio preterintenzionale. Tutto e’ successo la scorsa notte, all’1.40

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna