Lungotevere, ambulante muore durante i controlli

Durante i controlli della Polizia Municipale un ambulante è morto colpito da malore. Esplode la rabbia

Un venditore abusivo è morto durante dei controlli della polizia locale di Roma Capitale. È accaduto a lungotevere de’ Cenci. Dalle prime informazioni pare che l’uomo sia morto per un malore. Secondo quanto si è appreso, l’uomo avrebbe cominciato a correre per eludere i vigili urbani e si sarebbe accasciato a terra dopo aver attraversato il lungotevere. Inutili i soccorsi del personale del 118 che non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dell’uomo. A quanto si è appreso, il 52enne straniero è deceduto per arresto cardiocircolatorio per probabile infarto in mezzo alla strada. Il fatto è avvenuto attorno alle 12.30. Dopo il decesso si sono vissuti momenti di tensione, con numerosi “colleghi” dell’uomo che sono accorsi per protestare. Qualcuno si è gettato a terra. Sul posto le forze dell’ordine.

 

“Non sussiste alcuna relazione tra i controlli svolti dalla polizia locale a Ponte Fabricio e il decesso di un venditore ambulante avvenuto in via Beatrice Cenci”. Lo sottolinea il comando generale della polizia locale di Roma Capitale che “auspica che gli inquirenti facciano piena luce sull’accaduto”. Attualmente agenti della municipale sono sul posto per gli adempimenti del caso e per l’ordine pubblico. Il comando inoltre “manifesta la solidarietà con la comunità senegalese”. A quanto riferito non si esclude che lo straniero possa essere sottoposto ai controlli e che in secondo momento possa aver avuto un malore.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna