Morto Denis Ten, un arresto in Kazakistan per l’omicidio del pattinatore

La medaglia di bronzo di Sochi 2014 e l'argento mondiale del 2013 e del 2015 è stato accoltellato ad Almaty durante un tentativo di rapina

Denis Ten con il bronzo di Sochi 2014. Il pattinatore kazako è stato accoltellato ed è morto a soli 25 anni. © Getty Images/ISU

Denis Ten, pattinatore sul ghiaccio del Kazakistan appena 25enne è morto accoltellato il 19 luglio ad Almaty. La medaglia di bronzo a Sochi 2014 e l’argento mondiale di Londra 2013 e Shanghai 2015 è stato accoltellato durante un tentativo di rapina, a due giorni da un delitto che ha scioccato il mondo del pattinaggio sul ghiaccio è stato già effettuato un arresto. 

La morte di Denis Ten ha scioccato molti appassionati di pattinaggio sul ghiaccio e non solo, a 25 anni Ten è deceduto in un ospedale della capitale kazaka per le conseguenze dell’accoltellamento che aveva subito giovedì. Due uomini l’avevano pugnalato perché Denis Ten aveva loro impedito di rubare gli specchietti retrovisori della sua auto, arrivato in ospedale, Ten è morto per l’elevata perdita ematica (aveva perso tre litri di sangue).

Ferito all’arteria femorale e subito soccorso dai passanti, all’arrivo in ospedale non c’è stato più niente da fare per il pattinatore 25enne. Secondo quanto riportano Reuters e altre fonti, ci sarebbe già stato un arresto nell’omicidio di Ten, il ministro dell’interno del Kazakistan ha confermato che si conosce l’identità dei due aggressori e che uno dei due è già stato arrestato. 

Undicesimo alle Olimpiadi di Vancouver 2010, ai Giochi invernali di Sochi 2014 Ten riuscì a salire sul podio vincendo la prima medaglia nella storia del Kazakistan. Colpito da numerosi infortuni, ha comunque preso parte ai Giochi di Pyeongchang lo scorso febbraio dove era stato salutato come un eroe a causa delle sue origini coreane, in gara finì però 27esimo. 

La comunità di pattinatori ha reso omaggio a Denis Ten, il primo a farlo il presidente del CIO, Thomas Bach:

“Denis era un grande atleta e un grande ambasciatore del suo sport, una bella personalità e un uomo affascinante. È una tale tragedia perderlo così giovane”. 

Il pattinatore canadese Patrick Chan, che vinse l’argento a Sochi 2014, si è detto “orgoglioso e riconoscente di aver diviso il ghiaccio con lui”. Adam Rippon, il pattinatore americano che per primo ha fatto coming out, l’ha ricordato così: 

“Era così gentile con tutti ed è stato una forte ispirazione per me e per altre persone. Denis, grazie per averci mostrato come essere campioni”.

Il regista russo Timur Bekmambetov ha raccontato venerdì all’AP che stava lavorando a un film sulla vita di Denis Ten e che il 25enne stava lavorando da mesi alla sceneggiatura:

“Realizzeremo la sua idea di girare un film dedicato a questo ragazzo ricco di talento. In 25 anni, Ten è riuscito a fare così tanto e aveva grandi piani, che avrebbe sicuramente messo in pratica perché era uno che lavorava duro”. 

Intervistato dal sito dell’ISU, la Federazione internazionale del pattinaggio sul ghiaccio, lo scorso settembre Ten aveva raccontato così la sua carriera:

“Indipendentemente dal futuro, mi rendo conto che ho avuto una grande carriera, dove è successo di tutto, alti e bassi, medaglie e delusioni, bei ricordi e brutti, eventi unici, incontri e molte cose magiche. Mi rendo conto di essere stato davvero fortunato con una vita piena di sport”.

Una carriera divisa fra il Kazakistan e gli USA, Ten aveva collezionato numerosi podi: argento e bronzo mondiale rispettivamente a Londra 2013 e Shangai 2015; oro alle Universiadi di Almaty nel 2017; oro nei Four Continents Championship a Seoul nel 2015 e nei Giochi invernali asiatici nel 2011. Dal 2012 al 2016 era fra i dieci pattinatori sul ghiaccio al mondo. 

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna