Nuova eruzione a Stromboli

Borrelli, onda tsunami di 30 centimetri

stromboli

Torna la paura a Stromboli, isola delle Eolie, dove si e’ verificata una nuova eruzione del vulcano dopo quella che il 3 luglio scorso provoco’ una vittima. In quella occasione perse la vita un escursionista.

La nuova eruzione e’ stata preceduta da un forte boato.  L’eruzione dello Stromboli “ha causato un’onda di tsunami di 30 centimetri. Si e’ trattato di un fenomeno significativo e speriamo che si possa ritornare verso la normalita’”. Lo dice il capo della Protezione civile, Angelo Borrelli.

“Seguo costantemente l’evoluzione della situazione dello Stromboli dopo l’esplosione di stamane – afferma il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci -. Ho gia’ sentito il sindaco di Lipari. La macchina della protezione civile e del Corpo forestale regionale, delle forze dell’ordine e dei volontari, si e’ gia’ messa in moto. Per fortuna non ci sono stati danni a persone o cose. Nelle prossime ore avremo maggiori notizie dagli strumenti di rilevazione dell’attivita’ vulcanica. In modo precauzionale – prosegue il governatore – abbiamo concordato con il sindaco, di interdire, per alcune ore, l’ormeggio ai natanti non di linea. Ovviamente, lo Stromboli fa il suo mestiere e non possiamo rimproverargli nulla. Dipende da noi cercare di rendere compatibile la nostra presenza sull’isola”

Dopo l’esplosione navi e aliscafi che collegano l’isola dell’arcipelago delle Eolie alla Sicilia continuano a svolgere servizio regolare e le compagnie di navigazione sono a disposizione per “eventuali corse aggiuntive se si riterranno necessarie”. A renderlo noto è il sindaco di Lipari, Marco Giorgianni.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna