Piazza del Popolo nel degrado: rovinata la fontana del Valadier

Marmi rotti, calcinacci, erbacce

La Fontana della Dea Roma progettata dall’architetto Giusppe Valadier nel 1814, alle pendici del Pincio, è l’ennesimo monumento romano danneggiato dall’incuria. Il travertino delle fontane e delle chiese risulta rotto in più punti ed è evidente il totale stato di abbandono dell’area. Le piante crescono intorno, il marmo è nero.

A denunciare il totale degrado in cui vessa Piazza del Popolo, è Giuseppe Pullara de Il Corrriere della Sera:

“Affittata a quattro soldi per ogni tipo di manifestazione- denuncia Pullara- Piazza del Popolo sta scivolando in un degrado che è specchio della scarsa considerazione che il Comune ha per i siti più prestigiosi di Roma.

La fontana monumentale sotto il Pincio è invasa da erbe e sporcizia, una centralina elettrica divelta in occasione di qualche concerto pende su se stessa, forse anche pericolosa. I tassisti sostano pigri fino alla terza fila, ostruendo il traffico che viene da via del Babbuino mentre una rossa Ferrari, dall’altra parte della piazza, aspetta umiliata chi se la prenda in affitto per mezz’ora. Le misere aiuole sul lato Tevere sono totalmente abbandonate, da anni, e il verde che scende dal Pincio vegeta senza cura. Eppure piazza del Popolo resta bella, magnifica” conclude Pullara.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna