Processioni nel IV municipio Roma, dietrofront M5s: niente tassa

Il presidente: la norma prevede l'esenzione della tassa per gli "...enti religiosi per l'esercizio di culti ammessi...". Come è possibile che un impiegato abbia interpretato male la normativa?

processioni religiose

Nessun pagamento è previsto per le processioni religiose a fini di culto e non c’è stata alcuna modifica al regolamento inerente l’occupazione di suolo pubblico. Lo precisa in una nota il Campidoglio in riferimento ad una notizia di stampa in base alla quale il IV Municipio, a guida M5s; avrebbe chiesto il pagamento di una tassa per l’occupazione di suolo pubblico in occasione delle celebrazioni religiose pasquali.
La nota sottolinea  come il regolamento sulle concessioni di suolo pubblico del Comune di Roma, non modificato dal 2002, preveda l’esenzione dalla tassa per gli “…enti religiosi per l’esercizio di culti ammessi…”.
La frittata però è stata fatta. Il presidente, Roberta Della Casa, e l’assessore al Commercio del IV Municipio infatti hanno richiesto l’avvio di “una indagine interna per capire come sia potuto succedere che in autonomia un dipendente, senza alcun input né politico né amministrativo, facesse un atto simile”.
In effetti sul sito del Municipio qualche giorno fa era apparso questo avviso che lasciava pochi dubbi:  “In prossimità delle festività pasquali il nostro municipio informa i Parroci delle parrocchie interessate, che il modello inerente la richiesta in oggetto (ovvero le processioni, ndr) è reperibile sul sito del IV municipio – servizi al cittadino – modulistica- commercio – occupazione suolo pubblico o presso il medesimo ufficio”.
Al Vicariato l’avevano davvero presa male, come d’altronde tutti i parroci della zona, e non solo, visto che la normativa poteva essere applicata a tutto il territorio comunale. Insomma, un impiegato che ha interpretato male la normativa o qualcuno che per fare uno sgarbo alla Chiesa lo ha imbeccato male?
© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna