Rapinato e massacrato sul regionale Roma-Nettuno

Vittima un giovane indiano che ha riportato diversi traumi. Non si esclude l'ipotesi di aggressione a sfondo razziale. Polfer: "chi ha visto, parli"

E’ stato rapinato e massacrato di botte sul treno regionale Nettuno-Roma. Ora è caccia ai responsabili che hanno aggredito un indiano di 34 anni.

Secondo una prima ricostruzione il giovane sarebbe stato avvicinato da un gruppo di ragazzi sul treno. E quindi aggredito a scopo di rapina. L’uomo è riuscito a chiamare i soccorsi solo una volta sceso alla stazione di Lavinio. Una volta dato l’allarme è stato trasportato in codice rosso all’ospedale di Anzio. E’ ora in prognosi riservata ma non è in pericolo di vita e nei prossimi giorni verrà trasferito in uno degli ospedali della capitale per essere sottoposto ad un intervento chirurgico. Ha infatti riportato diversi traumi al volto.

Del caso si occupano ora gli agenti della Polfer che non escludono che si sia trattato di un gesto a sfondo razzista.
In particolare, i poliziotti stanno dando la caccia a un gruppo di giovani con i quali l’immigrato avrebbe discusso durante il viaggio sul treno regionale. Non è chiaro neanche se in quel momento sul vagone ci fossero altre persone che non sono intervenute in suo aiuto.

Sono stati acquisiti anche i filmati della videosorveglianza di alcuni scali ferroviari lungo la tratta per cercare di capire se qualcuno aveva seguito l’indiano già prima di salire a bordo del treno.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna