Roma come Londra sotto l’occhio del Grande Fratello

Arrivano le telecamere anti-spaccio nei quartieri della movida

 

Roma come Londra. In arrivo le telecamere ‘anti-spaccio’ nei quartieri della movida come Pigneto e San Lorenzo, teatro nelle ultime settimane delle proteste dei cittadini. Ad annunciare la misura è stato il sindaco di Roma Ignazio Marino al termine del comitato per l’ordine e la sicurezza. “È un progetto che vogliamo portare a compimento nei prossimi 30 giorni. In questo modo vogliamo aiutare le forze dell’ordine nel loro lavoro, anche attraverso la dissuasione che la ripresa delle immagini determinerà su chi spaccia e chi acquista”, ha spiegato Marino.

 

“Il Comune fa e continuerà a fare la sua parte in due modi: continuerà a vigilare – e ringrazio le donne e gli uomini delle forze dell’ordine per la loro azione -; e poi sul modello di Londra, anche se, evidentemente, in proporzione perché non abbiamo lo stesso livello di risorse, nelle prossime settimane inizieremo a installare telecamere al Pigneto e a San Lorenzo a spese del Comune”, ha spiegato il sindaco. “Abbiamo deciso che i tecnici della polizia locale e del Comune si riuniranno con i tecnici delle varie forze dell’ordine e della Prefettura per individuare esattamente quali siano le strade, le vie e le piazze principali in cui installare le telecamere”, ha aggiunto. “Non vogliamo assolutamente mollare la presa su un problema per noi vitale perché la sicurezza dei cittadini, la libertà di muoversi liberamente e poter vedere il proprio quartiere libero dalla criminalità penso siano determinanti”, ha precisato il primo cittadino.

Dal 4 agosto inoltre il Tridente sarà pedonalizzato. A Piazza di Spagna non potranno entrare taxi, Ncc e neanche le macchine blu. “La pedonalizzazione di via dei Fori Imperiali e quella imminente del Tridente (che scatetrà nella notte tra il 3 e 4 agosto) sono un primo passo per la realizzazione del grande parco archeologico che si estenderà fino al parco dell’Appia Antica”, ha aggiunto. Per quanto riguarda l’abusivismo commerciale gli obiettivi restano: Vaticano, piazza Navona e Colosseo. “È un’azione inter-forze con il coordinamento della polizia locale e delle altre forze dell’ordine in modo da sorvegliare questi luoghi durante le ore diurne e buona parte della notte per liberarli dall’abusivismo commerciale. Mi sembra che questo stia accadendo e successivamente allargheremo ad altre piazze della nostra città”, ha sottolineato Marino. (GC)

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna