San Nicola: mani in alto nella città della solidarietà perduta

Tra scontri e mancanze delle istituzioni, chi fa brutta figura è Roma

Un brutto segnale quelle mani alzate di fianco alla bandiera italiana dei residenti nei pressi del Casale San Nicola sulla Cassia – alle porte di Roma – mobilitati per respingere l’arrivo di un centinaio di immigrati. Non tanto per la violenza degli scontri seguiti con la polizia, sospinti certamente da strumentalizzazioni politiche. Quanto per l’abbandono in cui sono lasciati città e cittadini ai quali prefetto e sindaco dimostrano di non saper più’ parlare e rispondono coi blindati della polizia. Dalla solidarietà mancata che la comunità di Sant’Egidio rimprovera ai residenti di San Nicola, a quella rimasta senza parole di chi ha la responsabilità dell’ordine e del governo, Roma fa un’altra brutta figura che non merita. (cs)

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna