Tagliavanti: su Fiera serve revisione generale

Il neopresidente della Camera di Commercio: basta polemiche, serve unità

«Dialogo, dialogo, dialogo. Il 10 agosto era la notte di San Lorenzo, quella delle stelle cadenti. Se dovessi esprimere un desiderio direi: mettiamo da parte le cose che ci dividono, pensiamo a ciò che ci unisce». In un’intervista al Corriere della Sera il neo presidente della Camera di Commercio di Roma, Lorenzo Tagliavanti, spiega come sia necessario superare le polemiche per pensare all’unità di industriali e commercianti per poter rilanciare l’economia della Capitale. In particolare tra gli obiettivi della futura Camera di Commercio c’è quello di “continuare a finanziare le missioni delle aziende all’estero, su progetti mirati. Superare l’arretratezza tecnologica. Lavorare sul Giubileo”. E per quanto riguarda gli asset della Camera di Commercio: Auditorium, Fiera, Tecnopolo, Car? “Con la riforma che sta per arrivare, quella è una stagione finita. Il loro destino è essere messe sul mercato, almeno per quanto riguarda la gestione”. Sulla Fiera Tagliavanti parla chiaro: “Lo dico brutalmente. Quello era un morto, la variante gli ridà un po’ di vita. Ma il paziente è ancora convalescente: serve una revisione generale”. (gc)

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna