Trapianto faccia: sospetto rigetto, paziente sta bene

Possibile ricostruzione temporanea in attesa nuovo donatore

Un “sospetto rigetto” nell’operazione di trapianto della faccia al Sant’Andrea. E’ quanto rende noto un bollettino dell’ospedale, che sottolinea come “le condizioni generali della paziente sono buone e non ci sono preoccupazioni per la sua vita. L’intervento chirurgico è tecnicamente riuscito” ma “i tessuti trapiantati hanno manifestato segni di sofferenza del microcircolo”. Per questo si valuta “una ricostruzione temporanea con tessuti autologhi della paziente nell’attesa di una ulteriore ricostruzione con un nuovo donatore”.

Annullata quindi la conferenza stampa fissata per oggi pomeriggio alle 14.30 all’unità ospedaliera. “Le condizioni generali della paziente sono buone e non ci sono preoccupazioni per la sua vita. L’intervento chirurgico – si legge nel dettaglio nel bollettino – è tecnicamente riuscito e le anastomosi sono pervie, tuttavia i tessuti trapiantati hanno manifestato, durante la notte scorsa, segni di sofferenza del microcircolo per sospetto rigetto, nonostante il cross-match negativo tra donatore e ricevente”. Per questo motivo, spiega il Sant’Andrea, “per prevenire ulteriori rischi si sta prendendo in considerazione, come previsto dal protocollo, la possibilità di una ricostruzione temporanea con tessuti autologhi della paziente nell’attesa di una ulteriore ricostruzione con un nuovo donatore”. Il prossimo bollettino medico è previsto intorno alle ore 20.00 di oggi.

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna