Vaccini, le asl a caccia di chi non in regola

Lunedi' prossimo sono stati convocati i responsabili dei servizi vaccinali delle Asl per avviare le procedure di controllo

“Da domani le scuole e i servizi vaccinali delle Asl potranno accedere on line all’Anagrafe unica vaccinale regionale e consultare i dati nella fascia di età 0-6 anni”. Lo dichiara in una nota l’Assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato, sui vaccini.

Dunque il pallino ora passa alle asl, che dovranno controllare chi in regola e chi no. “I dati riguardano lo stato vaccinale di oltre 134mila bambini iscritti presso asili e le scuole materne di tutta la regione. Le scuole e i servizi vaccinali delle Asl potranno consultare i dati accedendo dal portale Salutelazio.it“, ha detto D’Amato.

“Lo strumento dell’Anagrafe unica vaccinale regionale è utile per agevolare il servizio dei centri vaccinali, indipendentemente dalla Asl di residenza, dei pediatri e del personale di supporto amministrativo delle scuole – aggiunge D’Amato – Per quanto riguarda invece la fascia di età 0-16 anni ad oggi 4.723 plessi scolastici hanno immesso nell’anagrafe i dati dei propri iscritti che sono oltre 500mila e questi dati sono stati confrontati con i dati dei servizi vaccinali delle Asl”.

Intanto, per lunedi’ prossimo sono stati convocati i responsabili dei servizi vaccinali delle Asl per avviare le procedure di controllo

© 2Media Srls - 2media@pec.it
Il Sito è iscritto nel Registro della Stampa del Tribunale di Roma n.10/2014 del 13/02/2014
Radio Colonna